Nenna e Pagani vincono ancora: a The Big Now digital e social di Moleskine

The Big Now ha vinto la gara Moleskine ed è diventato il partner di riferimento per l’intera strategia digital e social dell’azienda a livello internazionale. Un altro brand prestigioso, quindi, entra nel portafoglio clienti e allunga il periodo molto positivo nel new business dell’agenzia guidata da Emanuele Nenna. E al contempo si conferma l’efficacia della scelta di Dentsu Aegis Network, che poco più di un anno fa aveva acquisito proprio l’agenzia creativa di nuova generazione per allargare il respiro consulenziale del gruppo.

Stefano Pagani

“Siamo orgogliosi del risultato ottenuto su questa gara, e non solo per il suo respiro internazionale” ha commentato Stefano Pagani, co-founder e managing director di The Big Now. “Poter lavorare a tutto tondo sul digitale per contribuire alla storia di un Brand di grande ispirazione come Moleskine è un’opportunità unica, una pagina bianca che speriamo di poter riempire con tutto il nostro potenziale strategico, creativo e social”.

Dalla social media strategy relativa a tutti i canali del Brand all’engagement delle community di lovers del brand che popolano l’ecosistema digital, l’incarico ottenuto da The Big Now prevede anche la gestione della community mymoleskine.com e la ‘firma’ creativa su progetti digital speciali.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%