Apple: ricavi in crescita nel terzo trimestre. Utile in calo con frenata nelle vendite di iPhone

Apple chiude il terzo trimestre, superando le previsioni, con ricavi in crescita dell’1%, che si attestato a 53,8 miliardi di dollari a fronte dei 53,5 miliardi attesi. Cala invece l’utile netto, -12,8%, a 10 miliardi di dollari.

I ricavi di Apple per l’iPhone – ai minimi dal 2012, nel terzo trimestre sono però calati del 12%, a 25,98 miliardi di dollari rispetto ai 29,5 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso. Il dato è sotto le attese degli analisti, che scommettevano su 26,54 miliardi. Il tutto mentre continuano a circolare rumors sull’arrivo di tre nuovi modelli nel 2020.
A bilanciare il rallentamento è la divisione servizi, con ricavi saliti a 11,46 miliardi dai 10,2 miliardi del terzo trimestre 2018, ma sotto gli 11,88 miliardi previsti dal mercato.

Tim Cook (Foto Ansa – EPA/JUSTIN LANE)

“E’ stato il nostro miglior terzo trimestre di settembre, spinto dai ricavi record della divisione servizi, dalle solide perfomance di iPad e Mac e dal significativo miglioramento del trend dell’Iphone”, ha affermato l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook.
“Al di là dell’iPhone, la società sta crescendo al 17%”, ha messo in evidenza il chief financial officer, Luca Maestri. “La nostra performance è migliorata rispetto al trimestre precedente e ha spinto il cash flow operativo a 11,6 miliardi di dollari. Abbiamo distribuito più di 21 miliardi di dollari agli azionisti durante il trimestre”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi