Apple cede il passo a Google sul terreno della liquidità ma è premiata dalle Borse per la strategia di diversificazione dei settori

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Apple e Google
Dopo un decennio ai vertici, Apple cede il trono a Google sul fronte delle riserve finanziarie: 102 miliardi per l’azienda di Cupertino contro 117 per il colosso di Mountain View.

Apple
L’ultima trimestrale di Apple, con valori in calo rispetto allo stesso periodo del 2018, è stata influenzata dal calo delle vendite degli iPhone, prodotto di punta del marchio con la mela fino a poco tempo fa. Molti osservatori hanno però sottolineato la strategia di Tim Cook di diversificare i settori aziendali, che hanno infatti registrato valori positivi: a crescere è sia il settore wearable (cuffiette e Apple Watch) che quello dei servizi (la carta di credito Apple). Le Borse se ne sono accorte e dal giorno della presentazione della trimestrale il titolo è salito del 4%.

Amazon
Secondo alcune indiscrezioni, Amazon collaborerebbe con le forze dell’ordine americane attraverso Ring, il servizio di telecamere per la sicurezza della casa acquistato più di un anno fa per 1 miliardo di dollari.

Big tech
Negli ultimi 4 anni le intese con le multinazionali del tech hanno fruttato all’erario italiano 2,2 miliardi di euro.

Bullismo e videogame
Sensibilizzare i ragazzi sul tema del bullismo, parlando direttamente alle vittime. È questo l’obiettivo di “Concrete Genie”, il videogioco sviluppato, dicono i programmatori, “per dar voce alle emozioni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi