- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Nel 2018 ogni settimana il 60% degli europei ha guardato il servizio pubblico del suo paese. Dati Ebu su audience tv

Nel 2018 ogni settimana l’85% dei cittadini Ue ha guardato la tv per almeno 3 ore e mezza ogni giorno. E’ il dato che emerge dal report sui trend dell’audience tv, realizzato dall’European Broadcasting Union [1], associazione che riunisce principalmente diversi operatori media pubblici e privati europei,

ma nella quale sono inserite anche emittenti degli altri continenti.

Secondo i dati il 66% dei più giovani (15-24 anni) ha guardato la tv, per un tempo giornaliero di 1 ora e 40 minuti.

Nonostante la maggior parte delle persone continui a essere raggiunta dal piccolo schermo, rispetto agli anni precedenti si registra un graduale declino, sopraattutto tra i più giovani.
Confrontando il dato 2018 con quello di 5 anni fa si registra un calo del 2,7%, che sale al 10,8% tra il pubblico anagraficamente più giovane. Diminuito anche il tempo medio speso davanti alla tv: se per gli adulti è calato di 3 minuti sul 2017 e di 2 sul 2013, tra i più giovani si registra un -26 minuti rispetto al 2013 e -6 sul 2017.

I servizi pubblici nei diversi paesi hanno raggiunto il 60% dei cittadini Ue, dato che scende al 38% tra i più giovani. In questo caso il calo rispetto al 2013 è stato del 4,1% e dell’8,9%.
Tra i programmi offerti dalla Rai e dalle sue cugine europee, il 27% riguardano le news, il 25% fiction o programmi di intrattenimento e il 18% trasmissioni culturali. Più staccate le trasmissioni per bambini, al 7%, e gli sport, al 6%.

In ogni caso, rimarca l’analisi, il 50% delle trasmissioni sui principali canali tv dei media membri dell’associazione sono nuovi contenuti.