Tod’s: semestre con ricavi in calo e utile netto negativo. Della Valle: investimenti superiori a previsto per aumentare visibilità marchi

Il gruppo Tod’s chiude il primo semestre 2019 in perdita, con un risultato netto negativo per 6 milioni a fronte di un utile per 33,2 milioni nello stesso periodo del 2018.
I ricavi sono in calo del 4,7% a 456,6 milioni. Negativa per 92,4 milioni anche la posizione finanziaria netta adjusted al 30 giugno 2019, in peggioramento rispetto al saldo negativo di 50,2 milioni di giugno 2018.

“I numeri di questo semestre sono il risultato transitorio di una politica di investimenti superiori al previsto che abbiamo deciso di fare con convinzione, per aumentare la visibilità dei nostri marchi”, ha spiegato il presidente e ad del gruppo, Diego Della Valle, commentando i conti della società. “Il modello di business che noi chiamiamo Tod’s factory sta procedendo bene e nella giusta direzione”, ha aggiunto. “La nostra struttura del resto è pronta sotto l’aspetto organizzativo ed ha una buona squadra di managers”.

Diego Della Valle (foto Olycom)

“Ora la vera sfida è riuscire anche ad attrarre ancora di più una clientela più giovane, che vive in paesi che sono ora i più forti acquirenti della moda e del lusso”. “Per fare questo in tempi brevi, bisogna aumentare gli investimenti necessari ed essere attrattivi e più visibili. Questo ci porterà i fatturati che servono per avere una redditività adeguata e soddisfacente”, ha rimarcato.

Nel dettaglio, il manager ha segnalato la crescita dell’e-commerce e del retail che “da buoni segnali, incoraggianti per il futuro. Quindi ora è il momento di investire senza remore per ottenere i fatturati necessari, che sono sicuramente raggiungibili”.

“Se ora sacrificheremo qualche punto di Ebitda nel breve è per privilegiare, nel medio periodo, la profittabilità e la patrimonializzazione del gruppo e dei suoi singoli marchi”, ha spiegato, evidenziando: “essendo convinti del nostro operato la mia famiglia ed io continueremo a comperare azioni del gruppo, come abbiamo già fatto in passato”.

Il Cda che ha approvato i conti semestrali ha anche deliberato la fusione per incorporazione delle società interamente controllate Holpaf, proprietaria dell’immobile di Omotesando a Tokyo, e Italiantouch, che gestisce la piattaforma informatica per la commercializzazione online dei prodotti del gruppo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Champions in chiaro su Mediaset per il prossimo biennio, tribunale respinge il ricorso Rai

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Rai, l’ad Salini scrive a direttori tg e reti: “Equilibrio e imparzialità”

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi

Ok alla fusione fra Viacom e Cbs: nasce ViacomCbs, big dei media da 28 miliardi