Dal 2013 calo generale per la radio in Ue. Dati Ebu: le emittenti pubbliche tengono tra i più giovani

Nel 2018 i cittadini europei hanno ascoltato la radio per circa 2 ore e 22 minuti ogni giorno. E’ il dato che emerge dall’analisi sull’audience radiofonica nel vecchio continente realizzato dall’European Broadcasting Union, secondo cui il tempo speso dai più giovani (15-24 anni) è più basso, pari a 1 ora e 26 minuti.
Facendo un confronto con 5 anni fa, l’ascolto nel primo caso si è ridotto di circa 14 minuti, nel secondo di 20 minuti.

A essere raggiunti dal mezzo radiofonico sono l’84% degli abitanti del vecchio continente e l’81% dei più giovani. Anche in questo caso, rispetto al 2013 la fetta di pubblico si è assottigliata dell’1,7% tra gli adulti e del 4,3% tra i più giovani.

Guardando nello specifico gli ascolti registrati dai servizi pubblici, la radio raggiunge settimanalmente il 45% dei cittadini Ue (-2,5% rispetto al 2013) e il 31% dei più giovani (-2,9% in 5 anni). Nel caso degli ascoltatori più adulti il calo risulta essere più marcato per il servizio pubblico, al contratio tra i più giovani la tenuta è stata maggiore.

Se nel caso della tv la maggior parte dell’offerta di contenuti del servizio pubblico si concentra sulle news, in radio a fare la parte del leone sono i programmi musicali, che rappresentano il 44% del totale della proposta. Seguono le news al 21%, le trasmissioni legate a contenuti locali (12%), quelle divulgative, su arte, cultura e scienza (9%). Chiudono i programmi di intrattenimento, all’8%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom: dal 2011 persi un quarto dei ricavi nelle comunicazioni. In 7 anni +93% per la pubblicità online

Agcom: dal 2011 persi un quarto dei ricavi nelle comunicazioni. In 7 anni +93% per la pubblicità online

Pubblicità a +0,6% nel 2019 e +2,1% nel 2020. Le previsioni del Centro Studi Una. Traina il digitale, la stampa perde terreno

Pubblicità a +0,6% nel 2019 e +2,1% nel 2020. Le previsioni del Centro Studi Una. Traina il digitale, la stampa perde terreno

Nel 2021 le persone saranno connesse per più di 930 ore l’anno. Tv media preferito, ma in calo. Dati Zenith

Nel 2021 le persone saranno connesse per più di 930 ore l’anno. Tv media preferito, ma in calo. Dati Zenith