Facebook rende possibile controllare i dati condivisi da app e siti esterni al social

Diventa possibile controllare i dati relativi alle proprie attività svolte su app e siti e che questi condividono con Facebook; se si vuole, è anche possibile cancellare queste informazioni dal proprio account. E’ quanto prevede la funzione ‘Attività fuori da Facebook’, introdotta insieme ai recenti aggiornamenti alla Libreria inserzioni, a ‘Perché visualizzo questa inserzione?’ e al lancio della nuova funzione chiamata ‘Perché vedo questo post?’.

La nuova Funzione, rende noto il social , sarà introdotta inizialmente in Irlanda, Corea del Sud e Spagna, poi gradualmente in tutto il mondo.

E’ “un altro modo per dare alle persone più trasparenza e controllo su Facebook”, rilevano in una nota il responsabile della sicurezza dell’azienda, Erin Egan, e David Baser, direttore della Gestione del prodotto. Si tratta infatti di uno strumento che aiuta a tenere traccia delle tante app e dei siti web gratuiti perché supportati dalla pubblicità online e con i quali, per raggiungere le persone probabilmente interessate ai loro prodotti, condividono i dati sulle interazioni delle persone sui loro siti web con le piattaforme pubblicitarie e con altri servizi.

Contribuire a rendere più chiare queste attività, ormai comuni ma non sempre ben comprese, è l’obiettivo della nuova funzione introdotta da Facebook. Diventa cioè possibile vedere un riepilogo delle informazioni che altre app e siti web hanno inviato a Facebook attraverso gli strumenti di Facebook Business, come Facebook Pixel o Facebook Login; se si desidera, è possibile disconnettere queste informazioni dal proprio account.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, ecco le motivazioni per cui Agcom ha comminato 1.5 milioni di multa a Viale Mazzini

Rai, ecco le motivazioni per cui Agcom ha comminato 1.5 milioni di multa a Viale Mazzini

<strong> 20 febbraio </strong> Don Matteo castiga Albanese e Cortellesi. Schianto per Timi

20 febbraio Don Matteo castiga Albanese e Cortellesi. Schianto per Timi

Intelligenza artificiale, in Italia aumentano gli investimenti: 200 milioni nel 2019. Banca, finanza e utility i settori più attivi

Intelligenza artificiale, in Italia aumentano gli investimenti: 200 milioni nel 2019. Banca, finanza e utility i settori più attivi