Dipendenti dai social, anche quando stressano. Chi li usa molto non li abbandona, piuttosto cambia piattaforma

Anche quando i social media sono fonte di stress gli utenti invece di spegnerli si limitano a cambiare piattaforma o funzione utilizzata, alimentando così una possibile dipendenza. Lo afferma uno studio della Lancaster University pubblicato dalla rivista Information Systems Journal. I ricercatori hanno analizzato le differenti forme di ‘tecnostress’ causate dai social, dalla sensazione di ‘invasione’ nella propria vita privata alla difficoltà di adattare l’uso a quello dei propri amici, e hanno poi sottoposto 444 utilizzatori di Facebook a dei questionari per verificarne il comportamento.

cco (Photo by ROBIN WORRALL on Unsplash)

“Quello che abbiamo osservato, ha spiegato Sven Laumer, uno degli autori, è che gli utilizzatori che hanno una frequentazione maggiore dei social trovano un altro aspetto della piattaforma quando si sentono stressati, e hanno una probabilità maggiore di restare sui social invece che spegnere il dispositivo. Ad una maggiore frequenza d’uso corrisponde un maggior ricorso allo ‘switch’ e, probabilmente, lo sviluppo di dipendenza”, chiosa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

De Benedetti presenta ‘Domani’: liberale e democratico. Feltri: indipendente, non neutrale. In arrivo una Fondazione

Rai, il 1° luglio si sveleranno i palinsesti d’autunno. E la novità Radio2, comedy channel su Rai Play

Rai, il 1° luglio si sveleranno i palinsesti d’autunno. E la novità Radio2, comedy channel su Rai Play