Tagli, semplificazioni e nuove acquisizioni. Come è cambiata Wpp sotto la guida di Mark Read

L’arrivo di Mark Read alla guida di Wpp nei mesi successivi all’uscita dello storico fondatore e ceo Martin Sorrell, ha cambiato il volto del colosso Uk dell’advertising. “Miriamo a costituire un’azienda del tutto diversa entro 3 anni, ma arriveremo all’obiettivo un passo alla volta” aveva detto il manager in una delle sue prime uscite, quando aveva presentato il piano per la compagnia, piano che insieme alla dismissioni di partecipazioni considerate non in linea con il core business, prevedeva tagli di più di 3500 posti di lavoro.

Dall’uscita di Sorrell – nell’aprile 2018 – a oggi, ha calcolato il Financial Times, sono state più di 40 le dismissioni di Wpp (compreso l’addio all’originale Wire and Plastic Products da cui tutto era partito), per un totale di 3,6 miliardi di sterline. Tra i tagli messi a segno ultimamente nell’era Read la cessione del 60% di Kantar, l’operazione di maggior valore, che ha fruttato più di 3 miliardi di dollara, utilizzati in parte per ridurre il debito.

Mark Read

Fin da subito l’idea di Read era di riorganizzarsi migliorando il posizionamento di mercato, semplificando la propria struttura e aumentando gli investimenti nei settori della creatività e delle tecnologie. In questa ottica va anche l’accorpamento di Vlm e Young & Rubicam.

Indicando i prossimi obiettivi obiettivi della compagnia, Read ha detto che comunque Wpp nei prossimi anni guarderà a nuove piccole acquisizioni, per rafforzarsi dal punto di vista tecnologico.
“Vogliamo trovarci dal lato giusto”, ha detto sempre Read. Ben cosciente di come il mondo adv stia cambiando velocemente, con Google e Facebook che stanno attirando una grossa fetta di investimenti, e la concorrenza di non pochi rivali, tra cui S4 Capital, la nuova creatura dello stesso Sorrell.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti