Mediaset, giudice si riserva la decisione su richiesta di Vivendi per ammissione in assemblea su riassetto in Mfe

Il giudice Amina Simonetti della 15ª sezione civile del Tribunale di Milano si è riservata la decisione sulla disputa tra Mediaset e Vivendi per la partecipazione di quest’ultima all’assemblea straordinaria dei soci del Biscione prevista il prossimo 4 settembre, e il conseguente esercizio dei diritti di voto.

La sua decisione è attesa comunque a breve, ma probabilmente non oggi, e dovrà comunque essere comunicata alle parti entro martedì prossimo, 3 settembre.

La sede di Mediaset a Cologno Monzese (foto
ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

La media company francese ha chiesto di poter essere ammessa alla riunione e di poter esercitare i propri diritti di voto sul 9,9% di Mediaset che detiene direttamente. Vivendi ha già reso noto che, in caso di via libera, voterà contro l’ipotesi di riassetto nella holding Mfe, in cui confluiranno Mediaset e la sua controllata spagnola.

Nell’odierna udienza, Simon (il trust cui Vivendi ha affidato il restante 19,2% circa delle azioni Mediaset) non si è costituita per chiedere anch’essa l’ammissione alla prossima assemblea.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Appello a Parlamento e Governo per una iniziativa che ridefinisca l’orizzonte della Rai, firmato da 118 intellettuali, accademici e manager

Appello a Parlamento e Governo per una iniziativa che ridefinisca l’orizzonte della Rai, firmato da 118 intellettuali, accademici e manager

TOP DIFFUSIONE QUOTIDIANI e TREND. A Marzo boom di Fatto e Verità; in edicola bene anche Giornale

TOP DIFFUSIONE QUOTIDIANI e TREND. A Marzo boom di Fatto e Verità; in edicola bene anche Giornale

David di Donatello, Mattarella: Istituzioni sostengano il cinema e l’audiovisivo, un patrimonio che appartiene a tutti gli italiani

David di Donatello, Mattarella: Istituzioni sostengano il cinema e l’audiovisivo, un patrimonio che appartiene a tutti gli italiani