Mediaset, giudice si riserva la decisione su richiesta di Vivendi per ammissione in assemblea su riassetto in Mfe

Il giudice Amina Simonetti della 15ª sezione civile del Tribunale di Milano si è riservata la decisione sulla disputa tra Mediaset e Vivendi per la partecipazione di quest’ultima all’assemblea straordinaria dei soci del Biscione prevista il prossimo 4 settembre, e il conseguente esercizio dei diritti di voto.

La sua decisione è attesa comunque a breve, ma probabilmente non oggi, e dovrà comunque essere comunicata alle parti entro martedì prossimo, 3 settembre.

La sede di Mediaset a Cologno Monzese (foto
ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

La media company francese ha chiesto di poter essere ammessa alla riunione e di poter esercitare i propri diritti di voto sul 9,9% di Mediaset che detiene direttamente. Vivendi ha già reso noto che, in caso di via libera, voterà contro l’ipotesi di riassetto nella holding Mfe, in cui confluiranno Mediaset e la sua controllata spagnola.

Nell’odierna udienza, Simon (il trust cui Vivendi ha affidato il restante 19,2% circa delle azioni Mediaset) non si è costituita per chiedere anch’essa l’ammissione alla prossima assemblea.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager