Facebook lancia una campagna pubblicitaria in Uk per sensibilizzare gli utenti sulla privacy

Dopo l’idea di aprire dei bar temporanei, nuova iniziativa di Facebook per sensibilizzare gli inglesi sui temi della privacy. Cercando di recuperare il terreno perso in fatto di trasparenza sull’onda dello scandalo Cambridge Analytica, nei giorni scorsi il social ha lanciato ‘Privacy is Personal’, campagna per spiegare come gestire i dati sui propri profili, dalle condivisioni fino alle impostazioni pubblicitarie.

“Sentiamo spesso che le persone non sono a conoscenza dell’esistenza di queste funzioni, o non sanno dove trovarle”, ha spiegato Aaron Hoffman, Uk markenting manager di Fb. “Abbiamo la responsabilità di farle scoprire, in modo che possano scegliere le impostazioni”.

Nella campagna, creata da Possible, si vede come ognuno abbia le proprie ‘impostazioni di privacy’ sia nella ‘vita reale’ che su Facebook. Queste preferenze, possono variare a seconda delle persone e delle situazioni in cui ci si trova, ad esempio in spiaggia o in un viaggio di lavoro.
Fb segnala le funzionalità a cui accedere per variare le impostazioni.

Nelle prossime 10 settimane la campagna sarà pianificata su diversi canali, comprese Facebook e Instagram, ma anche cinema, stampa e audio. “Non c’è modo migliore per raggiungere i nostri utenti se non usare le nostre stesse piattaforme, parte centrale della campagna”, ha spiegato ancora Hoffman, segnalando come i messaggi passeranno su brevi video e storie, ma ci saranno anche informazioni più specifiche e approfondite, con link per aggiornare le impostazioni dei profili direttamente delle pubblicità.

Secondo una ricerca effettuata su 2000 iscritti a Facebook, ricorda il sito MarketingWeek, solo la metà sa come controllare chi guarda le proprie foto e più di un quinto (22%) non sa come personalizzare le impostazioni di privacy dei vari social.
La cosiddetta Generazione Z, composta dai ragazzi nati dopo il 1997, conta il numero più alto di persone che sa come controllare le impostazioni: il 44%. Numero che stride con il 32% registrato tra gli over 55.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti