Gp Italia: accordo Aci e Comune di Monza per la gestione del circuito brianzolo

“Firmeremo, nei prossimi giorni. Mancano alcuni dettagli, ma con Liberty Media troveremo la quadra”. Questa la promessa di Angelo Sticchi Damiani, presidente Aci Italia, poco prima dell’inizio della conferenza stampa per il Gran Premio d’Italia, in programma sul circuito di Monza il prossimo week end.

In attesa della attesa firma per il rinnovo del contratto con Liberty Media, il gruppo americano che gestisce la Formula Uno e che assicurerà la permanenza del Gran Premio a Monza, Aci ha raggiunto un accordo decennale con il Comune di Monza per la gestione dell’autodromo che il presidente Sticchi Damiani ha definito “funzionale alla stipula di quello con Libery Media”.
“La storia continua e oggi scriviamo un capitolo importante, dando continuità per quasi dieci anni al rapporto tra Aci, Sias e il consorzio del Parco di Monza”, che serve a dare a Liberty Media la certezza di avere la disponibilità del circuito per i prossimi anni. Un lavoro di squadra, ha precisato il presidente dell’Automobil Club, che ha visto coinvolti anche Regione Lombardia e Comune di Milano.

Nella foto, da sinistra il sindaco di Monza, Dario Allevi, il presidente Sias, società che gestisce l’autodromo di Monza, Giuseppe Redaelli, il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e Geronimo La Russa (Foto ANSA / MATTEO BAZZI)

“La convenzione che andremo a firmare darà l’opportunità di far vivere l’impianto, adeguandolo alle esigenze sempre più elevate, per farlo diventare polifunzionale”, ha spiegato il sindaco di Monza Dario Allevi, nella sua veste di presidente del Consorzio del Parco a cui è in capo il circuito Monzese, rispetto la firma della convenzione. “Sarà una struttura dove portare altri grandi eventi, come ad esempio il grande tennis Atp, un progetto che al board Atp è piaciuto molto – ha proseguito Allevi – lavoreremo per riportare qui i grandi concerti, eventi da quasi 100mila visitatori, come già avvenuto con Ligabue”.
“Il prossimo salone dell’auto, trasferito da Torino a Milano e Monza, sarà presentato qui il 19 settembre, migliaia di visitatori arriveranno qui il prossimo giugno, sarà un successo”, ha concluso Allevi.

“Questo bellissimo autodromo ha bisogno di essere migliorato, c’è il consorzio del Parco di Monza, c’è Aci Italia, speriamo in contributi governativi perchè nel 2022 l’Autodromo di Monza possa presentarsi in una nuova veste”, ha rimarcato Sticchi Damiani. “Sarebbe bellissimo essere qui tra dieci anni, a presentare il Gran Premio del centenario”, ha concluso.

Per il presidente della regione, Attilio Fontana, il circuito brianzolo è “un’eccellenza della Lombardia, che decisamente va rilanciata, sono contento di aver partecipato al raggiungimento della stipula della nuova convenzione, ci vedremo di sicuro per il centenario”. “Noi crediamo nella realizzazione e nella miglioria di tutto il Parco di Monza, di cui l’autodromo è una parte”, ha aggiunto Fontana ricordando anche il progetto con il Politecnico di Milano per la sperimentazione di veicoli a guida autonoma “che vede la struttura protagonista anche della ricerca scientifica”.

Festa in piazza Duomo – Aspettando che i motori comincino a rombare in pista, un antipasto per tifosi e appassionati arriverà con la festa ’90 Anni di Emozioni’ in programma domani, 4 settembre, in piazza Duomo a Milano, organizzato da Aci per celebrare la novantesima edizione del Gran Premio d’Italia, con ospite la Scuderia Ferrari, che compie quest’anno 90 anni dalla sua fondazione.

Sul palco ospiti illustri e piloti di ogni epoca, a cominciare da Sebastian Vettel e Charles Leclerc, accompagnati dal Team Principal Mattia Binotto, con la cornice di alcune vetture iconiche della Casa di Maranello, come la 312 F1 del 1967, guidata da Chris Amon, la 312 B3/74 di Clay Regazzoni, la 126 CK di Gilles Villeneuve, prima Ferrari turbo a vincere un GP (a Monaco nel 1981), il prototipo IndyCar, la F2002, monoposto che vinse un numero record di gare aggiudicandosi il Campionato Piloti con Michael Schumacher.

In programma una parata di vetture indimenticabili, dall’Alfa Romeo 6C guidata negli anni Trenta da Tazio Nuvolari, alla Ferrari 750 Monza del 1955. In omaggio a Niki Lauda, recentemente scomparso, ci sarà la 312 T con la quale vinse il titolo mondiale del 1975, ma anche la 488 GTE numero 51 vincitrice della 24 Ore di Le Mans 2019. Alla parata prenderà parte pure una moto, una Rudge 500 TT, a ricordare come la Scuderia Ferrari abbia gareggiato anche nelle competizioni a due ruote. Oltre alle vetture  anche le Monza SP1 ed SP2, in onore del Gran Premio di casa, la F8 Tributo e la 488 Pista Spider.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Mise: chi si insedierà negli uffici di Largo Brazzà? Apertissima la partita per la delega alle tlc

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile