Google: patteggiamento da 170 milioni con la Ftc per le violazioni su YouTube alla privacy dei bambini

Google paga 170 milioni di dollari per chiudere la disputa con le autorità americane sulle accuse a YouTube per la violazione della privacy dei bambini. Ad annunciare l’accordo – anticipato da indiscrezioni di stampa qualche giorno fa – è la Federal Trade Commission. Nell’ambito del patteggiamento, YouTube si impegna a rivedere il suo servizio. Tuttavia l’accordo è subito criticato, in molti ritengono la sanzione troppo piccola per un colosso come Google.

Sundar Pichai (Foto EPA/Toni Albir)

Intanto oltreoceano, in Europa, per Big G rischia di aprirsi un nuovo fronte. Google è stata infatti accusata di usare pagine web nascoste per passare segretamente i dati personali dei suoi utilizzatori agli inserzionisti pubblicitari, aggirando le norme sulla privacy dell’Unione Europea.
Lo riporta il Financial Times citando Brave, una delle rivali di Google, che avrebbe consegnato le prove raccolte alle autorità irlandesi, che hanno la supervisione delle attività europee di Mountain View.

“Non serviamo annunci pubblicitari personalizzati e non inviamo richieste agli inserzionisti senza il consenso dell’utente”, la replica di un portavoce di Google. “La Data Protection Commission irlandese, che è l’autorità garante privacy di riferimento per Google in Europa, e l’Information Commission Office nel Regno Unito stanno già esaminando il real time bidding per valutare la sua conformità al Gdpr”, la General Data Protection Regulation europea. “Accogliamo con favore il loro lavoro e stiamo cooperando pienamente” ha aggiunto Google.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Brunello Cucinelli dietro l’alleanza Pd-Cinquestelle? Non è proprio così…

Brunello Cucinelli dietro l’alleanza Pd-Cinquestelle? Non è proprio così…

Apple: analista, domanda di iPhone è superiore alle attese. Prenotazioni da venerdì, in vendita dal 20 settembre

Apple: analista, domanda di iPhone è superiore alle attese. Prenotazioni da venerdì, in vendita dal 20 settembre

“Banane per fermare Lukaku”, bufera su opinionista a Top Calcio 24. Ravezzani: una battuta ma la gravità resta

“Banane per fermare Lukaku”, bufera su opinionista a Top Calcio 24. Ravezzani: una battuta ma la gravità resta