Conte vuole Chieppa all’editoria. Ma Di Maio spinge per Crimi

Il segretario generale della Presidenza del Consiglio, Roberto Chieppa è il candidato più gettonato per diventare sottosegretario alla Presidenza con delega all’editoria.

Il segretario generale della Presidenza del Consiglio, Roberto Chieppa, durante la conferenza stampa di presentazione delle iniziative sul prossimo giorno della memoria a palazzo Chigi, Roma, 9 gennaio 2019. ANSA / ETTORE FERRARI

Chieppa è infatti molto vicino al Presidente Giuseppe Conte che,  forte del credito aperto con la nomina del cinquestelle Riccardo Fraccaro come sottosegretario a Palazzo Chigi, sarebbe intenzionato ad affidargli un settore strategico come l’editoria.

La scelta di Chieppa, che non è né un cinquestelle né un politico, si inserisce nel braccio di ferro in atto fra Di Maio/Crimi che vogliono mantenere l’editoria nella loro sfera e il Pd che vorrebbe affidarla al deputato umbro e giornalista Walter Verini.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti