Federico Porrozzi è il nuovo direttore di Motosprint, testata Amodei che riorganizza anche i contenuti

Federico Porrozzi, giornalista del team digital Motosprint da 7 anni, è nominato direttore responsabile del magazine.

Federico Porrozzi

Il mondo dell’editoria si sta evolvendo così come Motosprint, testata del  del Gruppo Amodei ,che si riorganizza per intercettare sempre più i desideri dei lettori. Nei prossimi mesi inizierà un percorso che porterà il magazine a dare maggior spazio agli approfondimenti, ai retroscena e alle curiosità del paddock di tutte le specialità sportive a due ruote.

Troveranno spazio le storie dei protagonisti del mondo del racing come piloti, tecnici e manager, cercando di far risaltare il lato umano, oltre che quello professionale. Motosprint andrà alla scoperta dei campionati nazionali e dei trofei cosiddetti “minori”, dei loro protagonisti e dei sacrifici che fanno per presentarsi in pista nel week-end di gara. Parleranno i responsabili delle piste, i moto club che organizzano gli eventi e chi, spesso e volentieri, sta dietro lo “show” ma fa un lavoro fondamentale affinché tutto funzioni.

Alle cronache, alle interviste post-gara e alle notizie in tempo reale si darà spazio in modo approfondito soprattutto attraverso il sito, che verrà potenziato e che sarà sempre più il punto di riferimento quotidiano del lettore. Oltre al settimanale e al web, il magazine sarà in edicola con gli speciali periodici dedicati ai protagonisti del passato e del presente, ma anche alle Case Costruttrici e alle corse che hanno fatto la storia del motociclismo. Motosprint tornerà poi in mezzo ai motociclisti, alla gente che vive le moto, partecipando direttamente agli appuntamenti sportivi e organizzando eventi durante i quali i lettori saranno protagonisti assoluti.

“Avevo 14 anni quando ho scoperto che la mia vita sarebbe stata quella dei motori e delle due ruote”, ha dichiarato il nuovo Direttore Responsabile di Motosprint Federico Porrozzi, “sapevo che non sarei stato un pilota, ma uno di quelli che questo mondo lo raccontano, lo vivono per farlo vivere agli altri. Volevo conoscerlo, capirlo, sentirlo ed è così che è nata una passione. Di quelle che definiscono la tua vita. Oggi si realizza un sogno grandissimo, poter dirigere la rivista italiana più importante dedicata al racing mi riempie di orgoglio. Sono consapevole della storia di questa testata, di quello che rappresenta e intendo rispettarla contribuendo a portarla nel mondo delle moto di oggi. Ringrazio l’Editore che mi sta permettendo di vivere un passo molto importante e con la sua fiducia, il lavoro in redazione di una squadra formata da professionisti come Mirco Melloni e Riccardo Piergentili e il grande supporto dei nostri collaboratori siamo pronti a raccontare, in modo diverso e moderno, lo sport più bello del mondo”.

Federico Porrozzi, trentanove anni, romano, eredita la passione per il giornalismo e le moto dal padre Claudio, direttore responsabile di alcune riviste del settore e dallo zio Fabrizio, fotografo della Superbike. Inizia a scrivere nel 1998 per il Corriere Laziale, grazie al quale, nel 2003, si iscrive all’Albo dei Pubblicisti. Nelle fasi iniziali della carriera ha collaborato con la Gazzetta dello Sport e con varie riviste e siti web del settore moto. Ha gestito i contenuti editoriali del sito della Federazione Motociclistica europea e condotto programmi radiofonici dedicati alle due ruote. E’ stato addetto stampa del Campionato Italiano Velocità FMI, del salone Motodays di Roma e del canale tematico MotoTV, oltre che di vari team del campionato mondiale Superbike. Negli ultimi anni è stato responsabile del prodotto moto dei siti dei quotidiani Corriere dello Sport e Tuttosport, dei contenuti del sito di Motosprint e redattore del mensile InMoto. Salito in sella per la prima volta a 14 anni (su un’Aprilia RS 50) è ora felice possessore di una Kawasaki ZRX1200R.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti