Rai, torna in tv il maestro Manzi con il ciclo ‘Non è mai troppo tardi’

Un messaggio che non invecchia, anzi forse è ancora più attuale oggi che in passato. L’insegnamento di Alberto Manzi, il maestro di ‘Non è mai troppo tardi’, torna in tv in una miniserie di sei puntate che sarà trasmessa a partire dal 16 settembre da ‘Rai Scuola’, sul canale 146 del digitale terrestre. ‘Alberto Manzi – L’attualità di un maestro’ è un ciclo di pillole da 15-18 minuti realizzate nel centro di documentazione e archivio intitolato a Manzi e ospitato dal 2007 nella sede dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, della Rai e del dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna.

A condurre il programma è la responsabile del Centro, Alessandra Falconi, con il contributo dell’illustratore Alessandro Sanna e di esperti come il filosofo Telmo Pievani, la ricercatrice del Crn, Maria Arcà (che con Manzi ha lavorato a lungo), dell’antropologo Marco Aime e del geografo Riccardo Morri.

“Manzi resta uno dei grandi riferimenti della pedagogia nazionale”, ha ricordato la Falconi: “Negli anni Ottanta, inoltre, ebbe l’idea geniale di utilizzare la tv per fare formazione agli insegnanti”. E proprio da quella intuizione ha preso vita questa produzione: “Se almeno una maestra, guardando le puntate, vi troverà una grande passione e vedrà i bambini come un’opportunità, avremo centrato l’obiettivo”, ha aggiunto Falconi. Alla presentazione a Bologna ha partecipato anche il figlio, Massimo Manzi: “Mio padre avrebbe apprezzato, perché ancora una volta il Centro che porta il suo nome si dimostra non un archivio, ma un laboratorio”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Di Nicola (M5S): fondamentale una legge di riforma della Rai

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino,  devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Giletti: in Rai se devi spostare un tavolino, devi mandare cinque mail; La7 ha una struttura agile

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti

Pirateria tv, Gdf: battaglia senza sosta, sequestreremo server e profitti