Oltre la pelle, partita a Milano la campagna di sensibilizzazione sul melanoma organizzata da Novartis

È partita questa mattina, con l’inaugurazione del padiglione milanese di via Burchiello (piazza Pagano), “Oltre la pelle”, la campagna di sensibilizzazione sui melanomi e la mutazione del gene Braf organizzata da Novartis in collaborazione con la Civica scuola di teatro “Paolo Grassi” e alcune associazioni che riuniscono persone colpite da queste patologie.


In uno spazio espositivo itinerante che sarà visitabile per tre giorni (a Milano fino a domenica 14, poi a Roma dal 20 al 22 settembre in piazza San Silvestro, e a Bari dal 4 al 6 ottobre in piazza della Libertà), sarà possibile approfondire il tema del melanoma attraverso un percorso interattivo mirato a far conoscere meglio questa complessa patologia e le modalità di prevenzione, approfondire il ruolo delle mutazioni genetiche come quella BRAF e le nuove opzioni terapeutiche. All’interno dello spazio sarà inoltre possibile sottoporsi a visite dermatologiche gratuite.
Lo screening è altamente consigliato dagli specialisti sia agli uomini che alle donne, dal momento che il melanoma è il tumore della pelle più aggressivo, e colpisce una popolazione mediamente giovane rispetto alla maggior parte delle altre neoplasie solide. Con un tasso di incidenza molto elevato (+3,4 per cento per anno nella popolazione maschile e +2 per cento per anno in quella femminile), si stima che nel 2018 i nuovi casi diagnosticati siano stati 13.700, e nello stesso anno gli italiani con storia clinica di melanoma, secondo l’ Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) erano 155 mila (73 mila uomini e 82 mila donne).
“Il melanoma è fra i tumori che la cui incidenza è cresciuta di più a partire dagli anni Sessanta”, ha detto durante la tappa milanese della campagna Giuseppe Palmieri, responsabile dell’Unità di Genetica dei tumori all’Istituto di chimica biomolecolare Icb-Cnr di Sassari: “E’ un problema sociale specie tra i giovani, se si pensa che sotto i 50 anni il melanoma è il secondo tumore per incidenza fra gli uomini e il terzo fra le donne”, ha aggiunto il professore.
“In otto casi su dieci”, ha spiegato poi la dermatologa dell’università di Modena e Reggio Emilia Francesca Farnetani, “il melanoma insorge sulla pelle sana, mentre solo nel restante 20 per cento è l’evoluzione di un neo preesistente: per cui – ha concluso – è opportuno che tutti ci sottoponiamo regolarmente a check-up dermatologici, e questo appuntamento è un’ottima opportunità per i cittadini di saperne di più”.
La campagna “Oltre la Pelle”, patrocinata dalla Fondazione Umberto Veronesi, dalla Fondazione IEO-CCM e dall’Integruppo Melanoma Italiano (IMI), sarà affiancata dalla pagina Facebook @OltreLaPelleMelanoma. Oltre a materiali inediti e interattivi sul melanoma, porterà all’interno dello spazio espositivo rappresentazioni teatrali delle storie dei pazienti realizzate dagli attori della scuola “Paolo Grassi”, e incontri tra oncologi, dermatologi e pazienti, che avranno lo scopo di facilitare uno scambio attivo di informazioni, favorire una maggiore comprensione della patologia e una migliore presa in carico del paziente rispetto al proprio percorso diagnostico terapeutico.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Msc vara Seashore, la nave più grande e tecnologicamente avanzata costruita in Italia

Msc vara Seashore, la nave più grande e tecnologicamente avanzata costruita in Italia

Next Group di Marco Jannarelli acquisisce Adverteam

Next Group di Marco Jannarelli acquisisce Adverteam

Successo per la seconda edizione del Quattroruote Street show

Successo per la seconda edizione del Quattroruote Street show