Boom social per la finale Uefa. Inarrestabile nel calcio il fenomeno ‘unboxing’, lo spacchettamento dei diritti

Una finale da record. La Uefa festeggia i dati delle interazioni social relative all’ultima finale di Champions League, giocata lo scorso 1° giugno allo stadio Wanda Metropolitano di Madrid e vinta dal Liverpool per 2-0 sui connazionali del Tottenham. Secondo i dati comunicati oggi da Nyon ed elaborati dalla società specializzata Conviva, la partita tra Red Devils e Spurs ha sfondato quota 1 miliardo di visualizzazioni. Per la precisione 1.09 miliardi: si tratta del numero più alto per un singolo evento sportivo nel 2019.

La crescita rispetto alla stessa partita della stagione precedente – la vittoria del Real Madrid sul Liverpool a Kiev – è stata pari addirittura al 110%. Con 117 milioni di visualizzazioni sul profilo Uefa la finalissima di Champions è diventato l’evento più seguito di sempre su Instagram da un singolo account. Nella cifra di 1.09 miliardi rientrano le condivisioni, i “like” e i commenti. Nel dato rientrano anche le interazioni sui profili delle due squadre, dei calciatori coinvolti e di media direttamente legati alla finale: quelle sui social della Uefa sono pari a 486 milioni.

Ormai questo è un terreno sul quale si muovono tutte le principali organizzazioni calcistiche. La Liga spagnola ha aperto la stagione 2019-20 con un’offensiva globale sui social network. L’operazione chiamata Unboxing – in inglese significa “spacchettamento”, quindi in questo caso fa riferimento all’apertura del nuovo campionato – ha visto il coinvolgimento di oltre 100 profili seguitissimi in tutto il mondo: dagli Stati Uniti all’Indonesia, dal Sud America alla Cina. L’obiettivo è quello di legare personaggi conosciuti al marchio della Liga per aumentarne la visibilità mondiale.

L’associazione dei club calcistici spagnoli ha contattato vip da oltre 10 milioni di follower. Comanda, con 23 milioni di “seguaci”, Nusret, lo chef turco diventato una star per il suo modo di tagliare la carne, a sua volta immortalato in centinaia di foto scattate dai volti noti che affollano i suoi ristoranti, tra i quali molti calciatori. Poi hanno contribuito a diffondere contenuti della Liga attrici, cantanti, influencer e ovviamente calciatori (in attività o ex), come Iniesta, Casillas, Mendieta e Karembeu. Il risultato è stato di 74.9 milioni di interazioni nei primi 7 giorni della campagna iniziata il 2 settembre. Dalla rete delle porte al network dei social. Il campo da calcio si è allargato a dismisura.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Verizon a caccia di acquirenti per HuffPost

Verizon a caccia di acquirenti per HuffPost

Fb: nuove misure contro le interferenze nelle elezioni. Il social etichetterà post di media a controllo statale e contenuti falsi

Fb: nuove misure contro le interferenze nelle elezioni. Il social etichetterà post di media a controllo statale e contenuti falsi

Matilde Bernabei di Lux Vide nominata Cavaliere del lavoro.  Prima donna del settore audiovisivo

Matilde Bernabei di Lux Vide nominata Cavaliere del lavoro. Prima donna del settore audiovisivo