Successo per la seconda edizione del Quattroruote Street show

Sarà l’effetto della vittoria a Monza di Leclerc e della sua Ferrari. Sarà perché la formula dello “Street show” è particolarmente indovinata e non si deve pagare un ticket, sta di fatto che la seconda edizione del “Quattroruote Street show” è stata letteralmente presa d’assalto dal pubblico milanese.

Lungo i 1600 metri di corso Buenos Aires, domenica 15 settembre, si sono affollate ben 300mila persone, secondo la stima degli organizzatori, circa 100mila in più dell’esordio dell’anno scorso. Un successo clamoroso che suona a smentita del presunto calo di interesse che starebbe colpendo il settore automotive.

Lo Street show di Quattroruote è qualcosa a metà fra un salone dell’auto e una festa di strada. Quest’anno erano esposte oltre 180 vetture. Una ventina le case automobilistiche presenti con un proprio stand. Alcune, come Alfa Romeo    e Jeep, presenti con novità e prototipi, altro con modelli speciali. Il parco auto è stato diviso in tre aree tematiche: Sports & Luxury road, Heritage Zone e Motor District.

 

Sul percorso è stata anche allestita un’area giochi per bambini. Grande richiamo per i modelli supersportivi, con esemplari Ferrari, Pagani, Aston Martin, Lamborghini, Honda. Nell’angolo cinema era esposta la De Lorean utilizzata per il film cult Ritorno al Futuro. L’ambito Heritage prevedeva un concorso per i migliori esemplari d’epoca: il premio “best in show” è andato a una Iso Isetta del 1954, perfettamente conservata.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio Italia prima emittente su ClubHouse, seguirà il Festival di Sanremo (anche) con una room quotidiana

Radio Italia prima emittente su ClubHouse, seguirà il Festival di Sanremo (anche) con una room quotidiana

Le sette vetture finaliste del premio The Car of the Year  del mensile ‘Auto’ esposte a Cortina d’Ampezzo

Le sette vetture finaliste del premio The Car of the Year del mensile ‘Auto’ esposte a Cortina d’Ampezzo

I quotidiani Monrif a sostegno dei musei. Dal 26 febbraio un appuntamento mensile per scoprire i tesori della cultura italiani

I quotidiani Monrif a sostegno dei musei. Dal 26 febbraio un appuntamento mensile per scoprire i tesori della cultura italiani