L’evoluzione di Fandango Club: la rivoluzione nel segno della (a)live communication

Contenuto sponsorizzato – La vita oltre l’evento. Per Fandango Club, agenzia fondata da Marco Moretti e Michele Budelli, attiva da 16 anni nel settore dell’event management, il futuro della comunicazione è vivo e sempre più integrato.

Michele Budelli, CEO di Fandango Club, e Marco Moretti, Presidente e Founder di Fandango Club

L’agenzia, che nel 2018 ha superato i 14 milioni di euro di fatturato con una crescita a doppia cifra, e che punta a raggiungere i 18 milioni nel 2019, attraverso la produzione di eventi on demand e la creazione e gestione di big event, ha percepito fin da tempi non sospetti l’evoluzione del mercato verso una nuova forma di comunicazione.

Il boom del digitale di qualche anno fa sta subendo una flessione ed è necessario ora pensare a un mix ottimale e integrato di tutti i canali. Per questo Fandango Club supporta i propri clienti non solo nella realizzazione di eventi ma anche nell’attivazione di tutti i touch point di relazione con l’audience. Il nostro ruolo nei confronti delle aziende si è trasformato nel tempo: da esecutori a “thinkers”, con un approccio sempre più consulenziale. Mettiamo la nostra esperienza al servizio degli uffici marketing, che spesso chiedono il nostro supporto e la nostra guida fin dalle prime fasi di brainstorming, e vengono poi supportati in tutti gli step di produzione e comunicazione on/offline relativi all’evento.” racconta Marco Moretti, Presidente di Fandango Club.

Fandango Club, attraverso quattro diverse unit specializzate, segue un vero e proprio modello di filiera integrata: strategia, creatività, logistica, catering, comunicazione on/offline e innovazione tecnologica sono interamente sviluppate in-house e permettono di generare i massimi risultati in termini di brand experience, engagement e relazione con il consumatore finale. Inoltre, la presenza nella filiera della società controllata PG Esports, prima realtà totalmente italiana dedicata al gaming competitivo, garantisce un’elevata esperienza in questo settore.

La nostra idea di business permette alle aziende di avere un interlocutore unico su qualsiasi progetto. La crescita organica e costante della nostra azienda anche come modello di organizzazione full-service conferma che siamo sulla strada giusta” Michele Budelli, CEO di Fandango Club.

L’agenzia si rapporta al mondo della comunicazione trattandolo come qualcosa di vivo e in costante evoluzione, esattamente come lo è l’audience a cui si riferisce: da qui l’idea di (a)live communication, non più basata su concept media driven ma big idea che continuano a cambiare forma e non si esauriscono in un evento o in una campagna mediatica in quanto persistono ad avvicinarsi sempre di più all’utente. Fisico e virtuale dialogano ormai in maniera sempre più coordinata per amplificare e prolungare l’effetto del messaggio e stimolare la creazione di community di utenti sempre più coinvolte e fidelizzate.

In Fandango Club stiamo studiando un tool proprietario in grado di fornire alle aziende un reale supporto tecnico e strategico durante tutta la customer journey: quello a cui stiamo lavorando è un vero e proprio strumento che permetta alle idee di comunicazione di adattarsi all’utente accompagnandolo ovunque e in ogni momento della giornata e di declinarsi su vari canali per garantire la massima efficacia del messaggio. Un concept si può concretizzare in un evento fisico, poi trasformarsi in campagna atl su riviste e quotidiani, animarsi su dispositivi mobile tramite attività su social network e influencer marketing e avere diffusione in televisione” dichiara Ruggero Faggioni, CBO di Fandango Club.

La continua ricerca e attenzione verso le novità e i trend emergenti hanno permesso a Fandango Club di distinguersi sul mercato con la produzione di format nativi per eventi di grande successo che hanno registrato numeri da record in termini di affluenza e rafforzato le competenze verticali dell’agenzia in settori specifici come benessere/salute, esport, gaming e retail. Sono sei i format proprietari e licenziatari ora gestiti interamente da Fandango Club: Milan Games Week, G! come giocare, Healthytude, Salone Franchising Milano, PLUG-Mi, Man’s World. Si tratta di “big event” di interesse nazionale, tra i più attesi nel calendario milanese, caratterizzati da una forte impronta creativa e spettacolare, che negli anni hanno visto la partecipazione di oltre 300.000 persone, più di 600 espositori, un coinvolgimento mediatico di circa 1.500 giornalisti, blogger e YouTuber raggiungendo una audience potenziale di oltre 60 milioni di persone.

Il contatto diretto con il consumatore finale maturato proprio attraverso la realizzazione di questi grandi format è l’altro tratto distintivo dell’agenzia.

Un patrimonio di conoscenze che viene poi messo al servizio anche degli eventi on demand B2B E B2C realizzati per i più noti brand: convention, lanci prodotto, roadshow, cerimonie ed eventi in store; ogni occasione si trasforma in un momento memorabile sia che si tratti di un evento B2B o B2C.

Fandango Club non è solo un’agenzia ma ha creato presso la propria sede un vero e proprio Campus, in grado di accogliere e talvolta incubare anche altre realtà, funzionali alla filiera della (a)live communication. Un ambiente dinamico dove creatività, flessibilità, lavoro di squadra e divertimento possono esprimersi al meglio e in cui nascono continue occasioni di condivisione e formazione.

Ruggero Faggioni, CBO di Fandango Club

Fandango Club interagisce inoltre con le migliori università permettendo agli studenti di visitare gli spazi dell’agenzia per uno sguardo al ‘dietro le quinte’ delle attività di comunicazione e offrendo preziose occasioni di formazione. Le università sono per noi una preziosa fucina di talenti oltre che un osservatorio privilegiato per conoscere in maniera diretta i nostri target di riferimento (millennials e generazione Z sono le audience principali di Milan Games Week e PLUG-Mi); spesso inoltre collaboriamo con professionisti d’eccellenza coinvolti in momenti di formazione per i nostri team interni” conclude Michele Budelli, CEO di Fandango Club e coordinatore della specializzazione in Event and PR del Corso Triennale in Design della Comunicazione IED Milano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio, i giornalisti alla Figc: garantire l’accesso alla stampa

Calcio, i giornalisti alla Figc: garantire l’accesso alla stampa

Anche Snapchat blocca Trump: “Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza razziale e all’ingiustizia”

Anche Snapchat blocca Trump: “Non amplificheremo le voci che incitano alla violenza razziale e all’ingiustizia”

EMERGENZA COVID19: CHI FA CHE COSA

EMERGENZA COVID19: CHI FA CHE COSA