Milan-Inter sull’offerta combinata Dazn/Sky porta un buon 3,7% di share, ma lo scorso derby Sky (da sola) aveva fatto il 9,9%

Si poteva attivare il servizio già dal 4 settembre, ma sono stati in tanti a correre e ad affrettarsi on line proprio ieri e l’altro ieri. Bisognava andare sul sito di Sky oppure agire attraverso la App, per compiere alcune operazioni e conquistare il diritto ad usufruire di una promozione. In pratica per chi ha Sky da più di tre anni con Sky Sport e Sky Calcio nel bouquet, ovvero sia quasi un milione e mezzo di abbonati, l’offerta Sky Dazn viene garantita senza alcun costo aggiuntivo sull’abbonamento, anziché 9.99 al mese, fino a giugno 2021; per chi invece ha almeno il pacchetto Sky Calcio attivo, l’offerta costa 7,99€ al mese anziché 9,99€ al mese e i primi 3 mesi sono messi interamente a carico di Sky.

Ebbene da ieri – con la diretta del derby Milan-Inter a motivare molto la ‘fatica’ – in molti tra gli abbonati Sky si sono abilitati alla visione del canale DAZN1, collocato al numero 209 del telecomando della pay, e hanno visto il match vinto chiaramente dai nerazzurri per due a zero, con gol di Lukaku nel finale dopo l’autorete rossonera su tiro di Brozovic. Quanti sono stati i sottoscrittori della pay che hanno scelto questa opzione?

Qualche indicazione arriva dal risultato degli ascolti ieri conquistato dal canale 209 col derby: 754mila spettatori ed il 3,7%. Non poco. Ma ovviamente molto meno di quanto l’ultimo derby milanese aveva portato a casa potendo contare su tutto il bacino dei calciofili di Sky: il 17 marzo del 2019 il match sulla pay in prima serata, sempre Milan-Inter, aveva conquistato 2,540 milioni di spettatori ed il 9,9% di share al netto dell’intervallo.

Su Dazn – che nel week end ha fatto registrare un record di oltre 3 milioni di ore viste in streaming sulla piattaforma – il derby è diventata la partita più vista di sempre, superando il match con più ore visualizzate della scorsa stagione, Inter-Juventus del 27 aprile.

“È stato un weekend da record”, ha chiosato Veronica Diquattro, EVP Southern Europe di Dazn, che ha parlato anche “di ottimi riscontri in termini di qualità”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%