22 settembre Imma Tatarani straccia D’Urso (con Salvini), Doctor Strange supera Giletti (con Renzi)

E’ stata la serata dei due Mattei della politica italiana, uno da Massimo Giletti e l’altro da Barbara D’Urso quella del 22 settembre, ma anche quella del battesimo in tv, su Rai1, di un altro personaggio letterario ‘provinciale’ e scorretto. L’ammiraglia pubblica, invece delle repliche del commissario Luca Zingaretti (che nelle settimane precedenti aveva tramortito l’esordio di ‘Temptation Island’ e anche quello di ‘Live Non è la D’Urso’), ieri ha trasmesso la fiction in prima tv ‘Imma Tataranni’, magistrato materano inventato da Mariolina Venezia.

La storia con Vanessa Scalera protagonista (e Cesare Bocci, il Mimì di Vigata) ha ottenuto 5,1 milioni di spettatori ed il 23,% di share, con la curva che nel finale ha superato il 25% di share.

Su Canale 5Live- Non è la D’Urso’, con Barbara D’Urso che ha lanciato subito Matteo Salvini nelle fauci di Asia Argento, Alba Parietti, Iva Zanicchi, Idriss e Alda D’Eusanio e poi ha proposto il compleanno di Loredana Bertè, i guai di Marco Carta, il finto Sebastian Caltagirone, il presunto dietista Adriano Panzironi, Fabrizio Corona in carcere e tanto altro ancora, ha conquistato 2,4 milioni e il 14,9% di share, facendo dimenticare la pessima prestazione della prima puntata (1,555 milioni di spettatori e 11,1% di share) ma rimanendo molto lontana dalla concorrenza e passando in testa solo in nottata davanti alla ‘Domenica Sportiva’. Sul terzo gradino del podio si è installata la seconda rete Mediaset.

La prima tv con Benedict Cumberbatch, ‘Doctor Strange’, ha portato Italia 1 a 1,850 milioni di spettatori e l’8,4% di share.

Dietro è arrivato Massimo Giletti. ‘Non è l’Arena’ si è avviato con Matteo Renzi in apertura dopo il telegiornale e poi ha parlato molto a lungo del caso di Bibbiano con tanti ospiti e protagonisti e il supporto di Selvaggia Lucarelli, e poi più tardi ha ospitato Pamela Prati con Nunzia De Girolamo in supporto.

Con questo menù la trasmissione ha avuto 1,136 milioni ed il 6,2% di share nella sua durata sterminata, conquistando provvisoriamente il terzo posto sia nella fase con Renzi che in quella finale con la Prati.

Su Rai2, invece, il telefilm ‘Hawaii Five -0’ ha ottenuto 1,088 milioni di spettatori ed il 4,7% di share.

Su Rai3, invece, la prima puntata de ‘Il Borgo dei borghi’, con Camila Raznovich e Philippe Daverio nel cast, ha portato a casa 941mila spettatori ed il 4,4% di share.

Su Rete 4 è finita in coda e distaccata la pellicola drammatica ‘Collateral’, con Tom Cruise, che ha totalizzato 539mila spettatori e 2,6% di share, battuta pure dalla partita su Sky (Lazio-Parma 718mila e 3%).

In day time, oltre a quello di Mara Venier (‘Domenica In’ a 16,2% e 14,6% di share con Gina Lollobrigida, Riccardo Cocciante ed Elhaida Dani, Elodie Di Patrizi, Enrico Vanzina, Renzo Arbore, Francesca Fialdini e Vanessa Scalera), da registrare il risultato su Rai2 prima dell’ora di pranzo con ‘La Domenica Ventura’ (al 3,93%) e quello dopo l’ora di pranzo di ‘Quelli che il calcio’ (5% e 5,64%).

Più tardi– senza confliggere con la Venier – ‘Domenica Live’ su Canale 5  ha avuto solo 12,2%  e il 9,4% con Francesca De Andrè e tanti altri), mentre Francesca Fialdini su Rai1 con ‘Da noi a ruota libera’ è arrivata al 13,37% con Teresa Bellanova.

Sempre in day time notevoli i risultati dei Motori in chiaro: alle 13.00 su Tv8 la Motogp da Aragon vinto da Marc Marquez ha avuto 1,579 e il 9,1% e poi alle 18.00 in differita il Gp di Singapore vinto dalla Ferrari ha conquistato 2,4 milioni e il 13,3%.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom, ammissibile il progetto FiberCop (Tim); ora approfondimenti

Agcom, ammissibile il progetto FiberCop (Tim); ora approfondimenti

Poco spazio nel mondo dei video online. A soli 6 mesi dal lancio, chiude il servizio streaming Quibi

Poco spazio nel mondo dei video online. A soli 6 mesi dal lancio, chiude il servizio streaming Quibi

Rai, Barachini scrive a Gualtieri e Salini per sollecitare un’audizione su conti e piano industriale

Rai, Barachini scrive a Gualtieri e Salini per sollecitare un’audizione su conti e piano industriale