Diritto all’oblio: per il Garante della privacy si applica anche alle notizie non aggiornate

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

Una novità nell’applicazione del diritto all’oblio: il Garante della privacy ha imposto a Google di cancellare le notizie sul web non aggiornate. Il caso è quello di un imprenditore che dopo essere stato condannato a otto mesi di reclusione, aveva poi chiesto e ottenuto la riabilitazione. Ma sulla rete erano rimasti solo contenuti relativi alla condanna. Dopo il rifiuto di Google ad accordare il diritto all’oblio, l’imprenditore ha fatto ricorso al Garante che ha invece stabilito che tempo e riabilitazione fossero motivi sufficienti per richiedere la cancellazione dei contenuti non più rispondenti alla sua condotta e immagine attuale.

Il golden power esercitato dal governo nei confronti delle società cinesi come Huwaei, rischia di rallentare significativamente il 5G in Italia. Lo dicono i dati di uno studio condotto da Ernst & Young per conto di Huawei: si andrebbe incontro a un ritardo nella diffusione del 5G stimabile in 12-18 mesi, che comporterebbe a cascata una mancata crescita del Pil per una quota variabile tra i 2,9 e 4,3 miliardi rispetto a quanto previsto. Inoltre, gli operatori europei che dovrebbero farsi carico di sostituire Huawei e Zte nello sviluppo delle reti italiane, potrebbero dover sostenere costi extra per circa 4-5 miliardi.

Oggi si va a Lourdes anche per guarire dai social: secondo Unitalsi il 63% delle patologie da cui si vorrebbe guarire è legato al digitale e ai suoi usi distorti.

Per trovare lavoro nel mondo della moda non serve più il cv: hairstylist, designers, fotografi vengono selezionati per quello che postano su Instagram.

Solo il 6% dei viaggiatori italiani preferisce l’agenzia tradizionale al “fai da te” digitale (Airbnb &co).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il mercato M&E italiano nel 2020 cala il valore a 30,9 miliardi, -9,5% causa Covid. PwC: spesa adv -19,7% – NUMERI E INFOGRAFICHE

Il mercato M&E italiano nel 2020 cala il valore a 30,9 miliardi, -9,5% causa Covid. PwC: spesa adv -19,7% – NUMERI E INFOGRAFICHE

Massimo Caputi, capo dello Sport del Messaggero, licenziato “per giusta causa”. Lo scrive Professione Reporter

Massimo Caputi, capo dello Sport del Messaggero, licenziato “per giusta causa”. Lo scrive Professione Reporter

Papa Francesco: importante una comunicazione onesta per raccontare la verità su quel che sta succedendo all’interno della Chiesa

Papa Francesco: importante una comunicazione onesta per raccontare la verità su quel che sta succedendo all’interno della Chiesa