Sky spegne cinque canali Fox, National Geographic e Disney

Non è stata diramata una nota stampa. La comunicazione da parte di Sky della chiusura di cinque canali è arrivata ai clienti e quindi arrivata ai mezzi di informazione.

 

Sky  dal 1° ottobre ha infatti deciso di non rendere più disponibili alcuni canali Fox, National Geographic e Disney perché, scrive la pay tv che fa capo a Comcast e che in Italia ha appena arruolato il nuovo cco Simone Lo Nostro,  “la licenza dei diritti a Sky, da parte del relativo editore, su tali canali è scaduta. In particolare, non saranno più visibili i canali Fox Animation, Fox Comedy e Nat Geo People del pacchetto Sky TV e i canali Disney XD e Disney in English del pacchetto Sky Famiglia”.

Le programmazioni dei canali Fox, Fox Life, Fox Crime, Disney Channel, Disney Jr, National Geographic, NatGeo Wild includeranno anche una selezione di programmi dei canali (non più visibili su Sky dal 01/10/2019) Fox Comedy, Fox Animation, Disney XD e Disney English e NatGeo People.

Probabile che altri canali faranno la stessa fine, almeno allo scadere delle licenze. “Continuranno a essere visibili gli altri canali Fox, National Geographic e Disney inclusi nei suddetti pacchetti (Fox, Fox Life, Fox Crime nel pacchetto Sky TV e National Geographic, National Geographic Wild, Disney Channel, Disney Junior e Baby TV nel pacchetto Sky Famiglia), essendo ancora in corso le relative licenze”, conclude la comunicazione Sky.

 

Stando ai dati Auditel i canali in questione  hanno una share complessivo dello 0,11%, in calo dal 2015.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giovanni Perosino è il nuovo chief commercial officier di Lamborghini

Giovanni Perosino è il nuovo chief commercial officier di Lamborghini

Gedi-Gnn annuncia 121 esuberi tra i poligrafici

Gedi-Gnn annuncia 121 esuberi tra i poligrafici

I ‘naming rights’ potenziali di San Siro valgono un quarto del valore di Real Madrid e Barcellona

I ‘naming rights’ potenziali di San Siro valgono un quarto del valore di Real Madrid e Barcellona