Donne Chiesa Mondo: l’Amazzonia al centro del dibattito e la voce maschile sulla donna

Fedele alla missione che si è dato, ‘Donne Chiesa Mondo’, il mensile femminile dell’Osservatore Romano guidato da Rita Pinci, si concentra nel numero in edicola da domenica 29 settembre sul tema della ‘fortezza’, virtù malintesa quanto poco praticata, assimilata malamente ad una esibizione – storicamente maschile – di forza. La fortezza – qualità profonda e poco narrata – assume il volto delle donne dell’Amazzonia, luogo devastato dalla furia di una civiltà che ha ben poco di civile.

L’approfondimento del mensile si impegna sul Sinodo Panamazzonico previsto dal 6 al 27 ottobre e chiamato a riflettere su questa immensa regione sudamericana e che viene affrontato dalla teologa Serena Noceti, di ritorno dalla Bolivia amazzonica, che legge dal lato femminile ‘l’Instrumentum laboris’, il documento di lavoro dei vescovi che si riuniranno a Roma, da un servizio sulle attiviste indigene di Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire, esperta di questioni latino – americane; e dal ricordo di suor Dorothy Stang, missionaria di origine statunitense uccisa in Brasile nel 2005, firmato da Elena Buia Rutt.

Nella sezione ‘Le voci delle donne’: suor Giuditta Mafoua che ha scelto di tornare a vivere nel Nord Kivu, una delle zone più pericolose della Repubblica Democratica del Congo e del mondo, dove si occupa di orfani e ragazzi di strada; Stefania Grasso che ricorda suo padre Cecè, vittima della ‘ndrangheta, ucciso trent’anni fa; Agnese Ranghelli responsabile nazionale del Coordinamento donne delle Acli che parla della campagna anti-violenza dell’associazione dei lavoratori cattolici, dove però la parità uomo-donna avanza a fatica.

Il mensile ospita in questo numero una nuova rubrica – L’altra metà – dove voci maschili intervengono su tematiche femminili. Il primo a farlo è Mauro Magatti, sociologo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e editorialista del Corriere della Sera sul tema: “Riuscirà la Chiesa a valorizzare le donne e a lasciarsi rigenerare da loro?”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Enrico Rossi e le mascherine promuovono i giornali in Toscana

Enrico Rossi e le mascherine promuovono i giornali in Toscana

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social e post più popolari a maggio. In vetta ancora Scanzi, mentre Porro supera Mentana

TOP 15 GIORNALISTI più attivi sui social e post più popolari a maggio. In vetta ancora Scanzi, mentre Porro supera Mentana

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”