De Marchi lascia Sia e diventa direttore della comunicazione di Cdp Equity

A novembre, dopo cinque anni in Sia come direttore della comunicazione, Gianfranco De Marchi sarà nello stesso ruolo nella holding di partecipazione Cdp Equity dove opererà in stretto contatto con l’amministratore delegato Pierpaolo Di Stefano e con Davide Colaccino, direttore della comunicazione della capogruppo Cdp.

Gianfranco De Marchi

Professionista di lunga esperienza, 55 anni, friulano, De Marchi dopo un periodo nella consulenza è stato a capo dell’ufficio stampa dell’ufficio milanese di Sip Telecom, per poi passare a Mediaset come capo delle relazioni con i media durante il periodo della quotazione. Nel 1998 è direttore della comunicazione di Poste Italiane durante la grande riorganizzazione di Corrado Passera.  Quattro anni e sempre come responsabile della comunicazione è alla Brembo fino al 2011, quando diventa direttore della comunicazione in A2A, ruolo che mantiene fino al 2015, anno del passaggio in Sia,.

Cdp Equity, nota in precedenza come Fondo strategico italiano, è una società controllata da Cassa depositi e prestiti con un capitale di 3,5 miliardi di euro e ha un portafoglio di partecipazioni che attualmente è composto da 11 società (Ansaldo Energia, Saipen, Sia, Open Fiber, Th Resort, Bf, Inalca, Iq Made in Italy, Kedrion. Rocco Forte Hotels e due fondi ), un fondo di venture capital e un fondo per l’innovazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Antitrust: infrastrutture tlc fondamentali per crescita economica. Rimuovere ostacoli a sviluppo banda ultra-larga

Antitrust: infrastrutture tlc fondamentali per crescita economica. Rimuovere ostacoli a sviluppo banda ultra-larga

Video on demand, durante il lockdown boom dei film che superano le serie tv. Gfk: flessione per sport, bene l’animazione

Video on demand, durante il lockdown boom dei film che superano le serie tv. Gfk: flessione per sport, bene l’animazione

LinkedIn aggiunge gli audio per evitare gaffe nella pronuncia dei nomi

LinkedIn aggiunge gli audio per evitare gaffe nella pronuncia dei nomi