Influencer, Nielsen: i social network sono centrali nelle strategie editoriali. Ecco i Top 5 più influenti sui social della tv italiana

Attiva da diversi anni nella misurazione della social tv attraverso Nielsen Social Content Ratings, Nielsen, come spiega un comunicato del gruppo del 3 ottobre 2019, continua a investire per mantenere il passo di un fenomeno in continua evoluzione. L’ultima novità sono le classifiche quotidiane e insight sul buzz online intorno ai programmi televisivi in Italia, Australia, Messico e Stati Uniti, è la possibilità di tracciare i Creator Account, nuova tipologia di profilo rilasciata da Instagram nel corso dell’estate. Una integrazione che rafforza Nielsen’s Scr come strumento in grado di misurare in modo completo ed affidabile l’apporto di vip, talent e influencer al successo di programmi televisivi e serie.

Nella scorsa stagione televisiva, Nielsen ha monitorato i profili social di oltre 1.800 personaggi. Questi profili hanno generato il 25% del volume complessivo di interazioni sui social network dei programmi in cui sono stati coinvolti, con picchi vicini al 50% nel caso dei principali show di prime time. Nel corso di settembre 2019, nella top 5 degli influencer della social tv troviamo la stilista Elisabetta Franchi protagonista dello speciale “Essere Elisabetta” seguita da Alice Pagani (Baby), Barbara D’Urso (Non è la D’Urso), Belen Rodriguez (Festival di Castrocaro) e Damiano Carrara (Bake Off).

Influencer della tv italiana, la top 5 del mese di settembre

“I social network – dichiara Stefano Russo, responsabile di Nielsen’s Social Content Ratings in Italia – sono ormai centrali nelle strategie editoriali, nella scrittura e nella produzione dei contenuti televisivi, ma misurarli è molto complesso. Siamo, quindi, orgogliosi di proporre uno strumento in grado di monitorare la Social TV con la dovuta profondità e accuratezza, e di fornire al mercato un riferimento affidabile per orientarsi rispetto ad un fenomeno così dinamico. In riferimento al contributo fornito da ospiti e componenti del cast – conclude Russo – la possibilità di cogliere il potenziale e le peculiarità dei personaggi coinvolti nei diversi format è un nostro punto di forza, molto apprezzato in Italia e negli altri mercati in cui Nielsen è presente con la misurazione della social tv”.

Non sono solo i broadcaster ad utilizzare i social network per valorizzare i contenuti televisivi. Sempre più spesso case di produzione e agenzie di talent utilizzano questi dati per ottimizzare sia le strategie che le attività più operative o ancora per individuare i personaggi da coinvolgere negli show anche sulla base della rilevanza che garantiscono sui Social.

“Come produttori di grandi show di intrattenimento, tra cui Italia’s Got Talent e X Factor – commenta Ilaria Nicosia, Director digital enterteinment di Fremantle Italia – lavoriamo costantemente con gli autori e il cast alla realizzazione di attività e contenuti a cavallo tra tv lineare e social media che possano massimizzare l’engagement degli utenti. X Factor ha generato nella stagione 2018 oltre 15 milioni di interazioni in Italia e non sarebbe stato possibile ottenere questo risultato senza un’intensa attività di analisi e confronto tra azioni e risultati. Nielsen Social Content Ratings è lo strumento che ci consente di misurare con precisione i risultati che le nostre azioni generano, permettendoci di raffinare le nostre strategie in tempo reale”.

“Per noi risulta fondamentale – aggiunge Pasquale Arria, ceo di Realize Networks, unica azienda in Italia ad occuparsi di management di talent legati al mondo del food, con diversi e protagonisti di format televisivi di successo come Bruno Barbieri Benedetta Parodi, Damiano Carrara, Marco Bianchi, Chiara Maci -monitorare il livello di social engagement dei nostri talent e sviluppare sempre nuove strategie per migliorarlo ed espanderlo. Nielsen social content ratings è uno strumento che ci permette di analizzare la forza delle nostre attività, conoscere meglio il nostro pubblico ed essere sempre trasparenti con in nostri partner e i nostri interlocutori. Uno strumento che giudichiamo di grande valore per il nostro percorso di crescita e sviluppo. Per dare qualche numero, su Instagram quest’anno siamo a circa 1,5 Billion d’impression, +54% rispetto allo scorso anno”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Pubblicità in calo ad agosto -0,9%, e nei primi 8 mesi -1,3% (ma senza gli Ott sarebbe -5,9%). Nielsen: bene solo radio, digital, gotv e cinema

Pubblicità in calo ad agosto -0,9%, e nei primi 8 mesi -1,3% (ma senza gli Ott sarebbe -5,9%). Nielsen: bene solo radio, digital, gotv e cinema

Media in Italia, previsioni Pwc 2023: bene i ricavi; al digitale metà del mercato; video e tv fondamentali; prosegue declino stampa – DOCUMENTO

Media in Italia, previsioni Pwc 2023: bene i ricavi; al digitale metà del mercato; video e tv fondamentali; prosegue declino stampa – DOCUMENTO

Investimenti adv a luglio in calo (-1,6%), flessione anche da inizio anno (-1,3%). Nielsen: scenario di bassa crescita dell’economia

Investimenti adv a luglio in calo (-1,6%), flessione anche da inizio anno (-1,3%). Nielsen: scenario di bassa crescita dell’economia