Gruppo 24 Ore: How to spend it lancia A passion for fashion, spin off dedicato alla moda

Per presentare alle imprese del made in Italy e al mondo della moda e del lusso ‘A passion for fashion’, il nuovo spin off del magazine ‘How to spend it’, il Gruppo 24 Ore ha scelto un’ala appena restaurata della stazione Centrale di Milano, quella che ospitava la storica sala d’attesa e il deposito bagagli, aperta per la prima volta alla città in questa occasione.

A cinque anni dalla nascita di ‘How to spend it’, edizione italiana del magazine sul lusso del Financial Times, e a due dall’uscita del primo spin off, ‘Superior Interiors’ dedicato al design, arriva questo nuovo monografico che uscirà due volte all’anno, a ottobre e a marzo. “Naturalmente la moda è uno dei temi portanti di ‘How to spend it’, che però essendo un magazine trasversale può permettersi di pubblicare anche dei verticali. E sulla moda era necessario un focus più diretto”, spiega il direttore Nicoletta Polla Mattiot.

Nella foto, da sinistra: Karen Nahum, vice direttore generale Pubishing & Digital; Nicoletta Polla Mattiot; Francesca Padula, coordinatrice della redazione Moda del Sole 24 Ore; Giulia Crivelli, fashion editore del Sole 24 Ore; Federico Silvestri

“Il mercato ce lo chiedeva e ha risposto con grande adesione portando la raccolta del primo numero di ‘A passion for fashion’ a 40 pagine”, aggiunge Federico Silvestri, direttore generale della concessionaria di pubblicità 24 Ore System.

E ‘A passion for fashion’, sottolinea Silvestri, “è un ulteriore passo nell’arricchimento dei contenuti sul sistema moda e lusso già avviato con il raddoppio delle pagine sul Sole 24 Ore, la pubblicazione di diversi speciali e la nascita del canale Moda24 su ilsole24ore.com”.
Per questo comparto, che pubblicitariamente “conta 185 clienti e vale il 12% del fatturato del gruppo sulla carta”, ci sono diverse altre iniziative in cantiere che, anticipa Silvestri, il prossimo anno saranno concentrate innanzitutto sugli eventi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Franceschini (Mibact): dolore per lo stop a cinema e teatri ma prima viene la salute. Agis: scelta devastante

Franceschini (Mibact): dolore per lo stop a cinema e teatri ma prima viene la salute. Agis: scelta devastante

Covid, ecco il nuovo Dpcm firmato da Conte: stop a cinema e teatri; dad anche al 100%; chiusura alle 18 per bar e ristoranti – DOCUMENTO

Covid, ecco il nuovo Dpcm firmato da Conte: stop a cinema e teatri; dad anche al 100%; chiusura alle 18 per bar e ristoranti – DOCUMENTO

Covid, si va verso un nuovo Dpcm: spostamenti limitati; cinema chiusi; stop a palestre e congressi. Ecco le norme al vaglio (DOCUMENTO)

Covid, si va verso un nuovo Dpcm: spostamenti limitati; cinema chiusi; stop a palestre e congressi. Ecco le norme al vaglio (DOCUMENTO)