Moda a impatto zero: esiste, ma solo su Instagram

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

L’abito a impatto ambientale zero? Esiste, ma è solo per l’io digitale. Lo ha creato l’azienda norvegese Carlings. L’unico piccolo particolare è che non si può indossare davvero, ma solo su Instagram: basta andare sul sito dell’azienda nella sezione Digital collection, scegliere un prodotto, caricare un’immagine di sé, pagare, aspettare che un designer lavori il capo per adattarlorlo al nostro corpo e poi convididere la foto sui social.

Ottobre è il mese europeo della cybersecurity. Tredici è la posizione dell’Italia nel National Cyber Security Index, la classifica globale che valuta i paesi in base alla prontezza con cui prevengono minacce e incidenti informatici.

Gilberto Caldart, Presidente International Markets di Mastercard, dice che grazie all’intelligenza artificiale e in particolare alla collaborazione con una società specializzata in biometria comportamentale, sono in grado di tenere al sicuro le 43 milioni di transazioni al minuto che passano attraverso le loro carte di credito (anche ai tornelli della metropolitana ormai) studiando i movimenti dei loro utilizzatori e intercettando in tempo reale quelli che potrebbero essere sospetti.

In cinque anni gli attacchi informatici gravi sono cresciuti del 77,8%. “Nel Rapporto 2019 abbiamo scritto che si tratta non di una guerra quanto piuttosto di una cyber guerriglia permanente, da parte di tutti contro tutti (criminali, spie, militari, gruppi privati) il che naturalmente prefigura scenari preoccupanti nei quali, per l’errore, la follia o la malizia di qualcuno, le cose potrebbero precipitare molto velocemente”, spiega uno degli autori del Rapporto Clausit.

Sta per entrare in vigore il cosiddetto “open banking”, che consentirà ai correntisti di utilizzare servizi offerti da piattaforme non bancarie (come Amazon, Google, Facebook) facendole accedere ai propri dati finanziari, secondo quanto stabilito lo scorso 14 settembre dalla Psd2, la direttiva europea di secondo livello sui servizi di pagamento. La conseguenza è che la competizione tra le banche del futuro si sposterà sempre di più dai prodotti ai servizi aggiuntivi che saranno in grado di offrire.

Nemici amici: il 9 ottobre su Sky Q arriva Netflix. Andrea Zappia, ad Sky Europa, spiega il senso dell’operazione: «Dato che il consumatore ha di fronte un’offerta gigantesca di contenuti, un aggregatore che lo aiuti è fondamentale». Netflix e Sky quindi, con un unico abbonamento, intendono battere sul tempo la concorrenza offrendo contenuti di qualità, accessibili da più dispositivi contemporaneamente.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoriale Domus si riorganizza. Nasce la Business Unit Media; a capo della pubblicità arriva Ferruccio Belloni

Editoriale Domus si riorganizza. Nasce la Business Unit Media; a capo della pubblicità arriva Ferruccio Belloni

Editoria, continua calo ricavi e diffusione. Mediobanca: mercato dell’informazione 111 mld nel 2018, -13,2% in 4 anni

Editoria, continua calo ricavi e diffusione. Mediobanca: mercato dell’informazione 111 mld nel 2018, -13,2% in 4 anni

Copyright, Martella: approvare rapidamente la direttiva europea

Copyright, Martella: approvare rapidamente la direttiva europea