Libra, il ministro francese Le Maire contro la moneta di Facebook: stampare valute spetta agli Stati

Continuano le critiche contro Libra. Pochi giorni dopo i dubbi di alcuni partner finanziari e l’uscita dal progetto di PayPal, a intervenire nuovamente sulla criptovaluta di Facebook questa volta è stato il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire. 

“Stampare e detenere una valuta rientra nella sfera sovrana degli Stati”, ha affermato Le Maire, rispondendo alle domande dei giornalisti al suo arrivo al meeting dell’Eurogruppo. “Non sono assolutamente un nemico di Facebook, né di Google o di Amazon. Voglio soltanto che alcuni principi siano rispettati”, che anche nei mesi scorsi era stato molto diretto nell’esprimere le sue perplessità sull’idea del social di Zuckerberg.

Bruno Le Maire (Foto Ansa – EPA/IAN LANGSDON)

“La moneta non può essere il buco che le società private cercano di riempire con una loro valuta. Questo è il motivo per cui sono stato chiaro fin dall’inizio: non dovremmo accettare che Libra sia usata come strumento di transazione sul territorio dell’Unione Europea”, ha rimarcato.

“Dobbiamo dare delle risposte chiare alle sfide poste dall’elevato costo delle transazioni finanziarie, dunque all’efficienza del nostro sistema finanziario. Dobbiamo mettere delle soluzioni sul tavolo”, ha ammesso il ministro, ribadendo i rischi derivanti dalla circolazione di una valuta digitale sul territorio degli Stati membri dell’Ue, tra cui il riciclaggio di denaro, il finanziamento al terrorismo e i rischi per la sovranità degli Stati. “Queste sono sfide altamente tecniche che necessitano risposte politiche”, ha concluso.

Intanto dagli usa è arrivata la notizia che proprio su Libra Mark Zuckerberg sarà sentito alla commissione servizi finanziari della Camera americana il 23 ottobre. Secondo quanto segnalato dalla presidente della commissione, Maxine Waters l’audizione si concentrerà sull’impatto di Facebook sui servizi finanziari e il settore immobiliare.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giuliano Cipriani nominato  direttore generale e amministratore delegato di Cairo Pubblicità

Giuliano Cipriani nominato direttore generale e amministratore delegato di Cairo Pubblicità

Anche Facebook pensa ai podcast e crea un team per contenuti su viaggi e newsletter

Anche Facebook pensa ai podcast e crea un team per contenuti su viaggi e newsletter

ViacomCbs: completata la fusione tra le due società

ViacomCbs: completata la fusione tra le due società