Video deepfake raddoppiati in meno di un anno: il 96% è pornografico

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

Nella black list di Donald Trump entrano 28 nuove organizzazioni cinesi. Tra queste spiccano i nomi di aziende specializzate in algoritmi di riconoscimento facciale.

Rapporto Deeptrace: sono 14.678 i video deepfake disponibili, raddoppiati rispetto a dicembre 2018. Per il 96% sono pornografici.

Perché oggi tra le prime preoccupazioni dei CEO ci sono gli attacchi informatici? Lo spiega Gene Reznik, chief strategy officer di Accenture: «Per un’azienda subire un attacco informatico vuol dire perdere molti soldi. Il danno di immagine e quello operativo si traducono sistematicamente in mancati incassi e spese impreviste, fino ad arrivare a importanti implicazioni legali. Per questo il tema della sicurezza è arrivato all’attenzione del board delle aziende, uscendo dal reparto informatico che ha rappresentato per anni il suo unico centro di competenza».

La settimana prossima a Washington, al meeting annuo dei Paesi membri del Fondo monetario internazionale, si discuterà una proposta che potrebbe essere rivoluzionaria, secondo la quale le multinazionali del consumo con un fatturato annuo superiore a 750 milioni di euro dovrebbero pagare le tasse dove si generano utili anche se la sede è altrove.

La prima proposta di legge dei Renziani riguaderà le fake news. Guidati dalla capogruppo di Italia Viva e prima firmataria del testo della proposta, Maria Elena Boschi, i fedelissimi del senatore di Firenze chiedono di istituire una Commissione parlamentare di inchiesta che indaghi sui casi di «diffusione seriale e massiva» delle fake news attraverso i social network e di accertare tra l’altro se si è tentato in questo modo di «condizionare illecitamente o illegittimamente l’esito delle consultazioni elettorali o referendarie svoltesi nei cinque anni» precedenti alla data di entrata in vigore della presente legge «o comunque di manipolare indebitamente il consenso elettorale».

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Verizon a caccia di acquirenti per HuffPost

Verizon a caccia di acquirenti per HuffPost

Fb: nuove misure contro le interferenze nelle elezioni. Il social etichetterà post di media a controllo statale e contenuti falsi

Fb: nuove misure contro le interferenze nelle elezioni. Il social etichetterà post di media a controllo statale e contenuti falsi

Matilde Bernabei di Lux Vide nominata Cavaliere del lavoro.  Prima donna del settore audiovisivo

Matilde Bernabei di Lux Vide nominata Cavaliere del lavoro. Prima donna del settore audiovisivo