13 ottobre Tataranni straccia D’Urso. Dietro Fazio, Vin Diesel, Raznovich e Giletti

Niente calcio e tanto spazio da conquistare – almeno in teoria – per le proposte generaliste domenica 13 ottobre (sette giorni prima Inter-Juve aveva fermato sulla pay oltre 3,3 milioni di spettatori).

Ha vinto facile, migliorando il proprio risultato di quasi mezzo milione di spettatori la fiction in prima tv su Rai1. ‘Imma Tataranni’ con Vanessa Scalera nei panni del Sostituto Procuratore di Matera è arrivata a 4,9 milioni di spettatori ed il 22,9% di share, vicina al risultato di esordio di alcune settimane fa (5,1 milioni di spettatori ed il 23% di share).

Sul secondo gradino del podio per ascolti tra le proposte ‘classiche’ si è issata Barbara D’Urso. Che ha fatto un gran can can proponendo vip che parlano con i morti, disfide familiari al veleno, vecchie e nuove pornostar. Su Canale 5 ‘Live- Non è la D’Urso’ sciorinando tra gli ospiti Ivana Spagna, Franco dei Ricchi e Poveri, Alessandro Cecchi Paone, Paolo Brosio, Lele Mora, Marina Giulia Cavalli, Sara Tommasi, Alba Parietti, Asia Argento, Clizia Incorvaia, Taylor Mega, Franco Oppini, Alda D’Eusanio, Francesca De Andrè e un folto manipolo di divi del cinema hard (Malena, Lady Muffin e Tommy a Canaglia, Valentina Demy, Martina Smeraldi, l’ex suora Yudi Pinea), ha totalizzato 2,2 milioni di spettatori e 13,9%, dominando in nottata, dalle 23.30 in poi.

Sul terzo gradino del podio per ascolti si è installata Rai2. ‘Che tempo che fa’, con Luciana Littizzetto e Filippa Lagerback nella formazione di base e tra gli ospiti David Sassoli, Alessandro Siani, Stefania Spampinato, John Turturro, Roberto Saviano e i fratelli Matthew, Andrew e Paul Caruana Galizia ha conquistato 1,8 milioni di spettatori circa e il 7,6% con la prima parte e quindi con la parte del tavolo ha ottenuto 1,336 milioni e il 7,22%.

Per molti tratti sul podio ha corso la pellicola action ‘Fast & Furous8’ che ha portato Italia 1 a 1,770 milioni di spettatori con l’8,7% di share.

Molto staccato, ultimissimo in graduatoria, in tema cinema, è arrivato il cult ‘Uss Indinapolis’ che su Rete 4 che ha avuto 818mila spettatori ed il 3,9%.

Si è difeso come e meglio di sette giorni prima, ma guadagnando poco pubblico, Massimo Giletti. Che ha aperto con Giorgia Meloni e poi è tornato sul caso di Serafina Strano e quindi ha parlato degli ex terroristi che percepiscono il reddito di cittadinanza, di vitalizi, ultras del calcio. ‘Non è l’arena’ ha conquistato alla fine, 1,090 milioni di spettatori ed il 5,93% di share (in crescita di 50 mila spettatori e quasi mezzo punto di share).

Più ascolti di Giletti, ma meno share ha avuto su Rai3, la nuova puntata de ‘Il Borgo dei borghi’, con Camila Raznovich in viaggio nei posti più belli della Penisola. La trasmissione è cresciuta fino a quota 1,123 milioni di spettatori con il 4,8% di share.

 

In day time ha fatto bene Mara Venier (‘Domenica In’ a 18,8% e 17,5% con Flavio Insinna e Valeria Fabrizi in apertura e poi Mika tra gli altri ospiti).

Sulla terza rete ‘Mezzora in più’, con Lucia Annunziata alla conduzione e Matteo Salvini e Roberto Fico tra gli ospiti in collegamento, ha avuto il 6% di share.

Senza confliggere con la Venier più tardi ‘Domenica Live’ su Canale 5 (tra le 17.22 e le 18.33 a 16,3%, con la famiglia Henger ma anche Antonella Elia sotto i riflettori) stavolta ha vinto il confronto con Francesca Fialdini su Rai1 (‘Da noi a ruota libera’ al 14,41% tra le 17.36 e le 18.41).

Sempre in day time buoni i risultati del Gp del Giappone in differita su Tv8: alle 15.10 in differita su Tv8 la gara che ha aggiudicato il sesto titolo alla Mercedes ha totalizzato 1,463 milioni di spettatori e con il 10,75%.

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, M5S deposita proposta di legge per abolizione canone: spinta a qualità e taglio maxi stipendi

Rai, M5S deposita proposta di legge per abolizione canone: spinta a qualità e taglio maxi stipendi

Giovane, in crescita, ma con lo scoglio del gender gap. La comunicazione in Italia nello studio Una

Giovane, in crescita, ma con lo scoglio del gender gap. La comunicazione in Italia nello studio Una

Tim riorganizza il comparto Reti e IT e vara il chief innovation & partnership office affidata a Elisabetta Romano

Tim riorganizza il comparto Reti e IT e vara il chief innovation & partnership office affidata a Elisabetta Romano