Dal 15 ottobre restyling grafico per i quotidiani Poligrafici Editoriale

Dal 15 ottobre, i giornali della Poligrafici Editoriale, ‘QN Quotidiano Nazionale’, ‘il Resto del Carlino’, ‘La Nazione’ e ‘il Giorno’, sono in edicola con una nuova veste grafica. Nel dettaglio, spiega una nota dell’editrice, il giornale darà spazio a nuove firme, immagini di forte impatto, inchieste, approfondimenti, ma anche dossier e consigli.

Riorganizzato anche il flusso delle notizie. “Ogni sezione dei tre giornali avrà una coerenza costruttiva e visiva con le altre, basata sulla gerarchizzazione delle notizie e sul percorso di lettura, per far sì che il lettore sappia sempre in che ‘luogo’ del giornale si trova”, ha spiegato Michele Brambilla, direttore di QN Quotidiano Nazionale. “Il nostro obiettivo, ha aggiunto, è quello di facilitare la lettura del quotidiano con l’utilizzo di un carattere più moderno e contemporaneo, il Graphik, bastonato e senza grazie, come quelli che caratterizzano i device digitali”.

Novità sarà rappresentata da ‘QN Weekend’, settimanale regalato la domenica ai lettori e dedicato a viaggi, enogastronomia, moda, motori, salute e benessere. A completare l’offerta della Poligrafici Editoriale è prevista, infine, la pubblicazione dei mensili ‘Qn Itinerari’ e ‘Salus’.

Sui mezzi del gruppo, è prevista una campagna di comunicazione di presentazione delle novità grafiche.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Katia Parise diventa responsabile della redazione romana de La Presse. Lascia Askanews

Katia Parise diventa responsabile della redazione romana de La Presse. Lascia Askanews

Apple: possibili ripercussioni per causa antitrust Usa contro Google. A rischio accordo su motore di ricerca

Apple: possibili ripercussioni per causa antitrust Usa contro Google. A rischio accordo su motore di ricerca

Nel mondo 320 milioni di smart speaker attivi nel 2020. Canalys: entro il 2024 raddoppieranno

Nel mondo 320 milioni di smart speaker attivi nel 2020. Canalys: entro il 2024 raddoppieranno