Enel, l’ad Starace nella Global Investors for Sustainable Development Alliance delle Nazioni Unite

L’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, è entrato a far parte della Global Investors for Sustainable Development (GISD) Alliance delle Nazioni Unite. La sua adesione risponde all’invito che il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha rivolto a 30 influenti business leader perchè nei prossimi due anni, cooperino nel campo del finanziamento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals, SDG).

“Enel è l’unica utility globale e l’unica azienda italiana ad aderire all’iniziativa”, si legge nella nota che annuncia l’adesione.

Francesco Starace (Foto ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

Il Gisd ha l’obiettivo di identificare modi per promuovere investimenti di lungo termine per lo sviluppo e accelerare i progressi verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.
“Stiamo lavorando per rafforzare ulteriormente la cooperazione con altre aziende globali e sbloccare finanziamenti per raggiungere gli SDG, poiché la sostenibilità è un fattore trainante per la creazione di valore di lungo termine”, ha detto Starace.

“In Enel abbiamo pienamente integrato la sostenibilità nel nostro modello di business e nelle nostre operazioni, aumentando la redditività dell’azienda. Guardando al futuro, GISD Alliance fornirà lo strumento per accelerare l’impegno del settore privato verso modelli di business sostenibili e consentire a finanziamenti sostenibili di dare il via a un miglioramento sociale, economico e ambientale in tutto il mondo”, ha concluso Starace.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset, Confalonieri: poche possibilità d’intesa con Vivendi

Mediaset, Confalonieri: poche possibilità d’intesa con Vivendi

Facebook valuta possibili modifiche per gli spot politici

Facebook valuta possibili modifiche per gli spot politici

Manzoni: prosegue la riorganizzazione con l’ipotesi di chiusura per sedi locali e trasferimento collettivo a Milano

Manzoni: prosegue la riorganizzazione con l’ipotesi di chiusura per sedi locali e trasferimento collettivo a Milano