La Fondazione Ieo-Ccm e Fondazione Deutsche Bank Italia formano i ‘Cuochi del futuro’

‘Cuochi del futuro’. Dai banchi di scuola alla tavola, la prevenzione attraverso l’alimentazione: è questo il progetto triennale di SmartFood e Fondazione Ieo (Istituto Europeo di Oncologia di Milano)-Ccm, sostenuto da Fondazione Deutsche Bank Italia.

‘Cuochi del futuro’ coinvolge gli studenti del quarto anno degli istituti alberghieri della Lombardia (quest’anno il Caterina de’ Medici di Gardone Riviera e Amerigo Vespucci di Milano) per informarli sulle diverse aree di ricerca scientifica in ambito nutrizionale e aiutarli a comprendere i risultati e ad applicarli in cucina.

Il progetto è stato presentato oggi, 17 ottobre 2019, presso l’Aula Magna Leonardo La Pietra dello Ieo di Milano, alla presenza di Daniela Pezzi, segretario generale Fondazione Ieo-Ccm, di Roberto Parazzini, di Fondazione Deutsche Bank Italia, di Roberto Orecchia, direttore scientifico Ieo, di Lucilla Titta, coordinatrice del Programma SmartFood e di Vittoria Ercolanelli, nutrizionista del team SmartFood.

I protagonisti di ‘Cuochi del futuro’

Il coinvolgimento di giovani studenti è in linea con la più recente frontiera della ricerca in ambito nutrizionale: individuare strategie alimentari che riducano il rischio di malattie croniche e aumentino l’aspettativa di vita. Da qui nasce SmartFood, il programma di ricerca e divulgazione scientifica dello Ieo dedicato ai fattori protettivi della dieta.
Perché non cominciare dalle scuole alberghiere, che educheranno le future generazioni di chef?

I relatori del progetto

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie al sostegno di Fondazione Deutsche Bank Italia e si inserisce nel più ampio impegno della Fondazione nella promozione, realizzazione e gestione di progetti di responsabilità sociale. ‘Cuochi del futuro’ è parte del programma globale Born to Be di Deutsche Bank, che incoraggia i giovani a sviluppare le proprie competenze e perseguire le proprie aspirazioni.
Nel corso del 2018 Fondazione Deutsche Bank Italia ha destinato oltre 500mila euro a progetti di responsabilità sociale nel Paese, di cui oltre il 40% per Born to Be.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Identikit e futuro della donna manager a ‘Gender Diversity e Leadership ai tempi della digitalizzazione’

Identikit e futuro della donna manager a ‘Gender Diversity e Leadership ai tempi della digitalizzazione’

Nielsen rilancia New Creative Service, servizio di monitoraggio della campagne

Nielsen rilancia New Creative Service, servizio di monitoraggio della campagne

Radio Subasio affida a Piemme la raccolta locale. Nazionale e web restano a Mediaset

Radio Subasio affida a Piemme la raccolta locale. Nazionale e web restano a Mediaset