La Fondazione Ieo-Ccm e Fondazione Deutsche Bank Italia formano i ‘Cuochi del futuro’

‘Cuochi del futuro’. Dai banchi di scuola alla tavola, la prevenzione attraverso l’alimentazione: è questo il progetto triennale di SmartFood e Fondazione Ieo (Istituto Europeo di Oncologia di Milano)-Ccm, sostenuto da Fondazione Deutsche Bank Italia.

‘Cuochi del futuro’ coinvolge gli studenti del quarto anno degli istituti alberghieri della Lombardia (quest’anno il Caterina de’ Medici di Gardone Riviera e Amerigo Vespucci di Milano) per informarli sulle diverse aree di ricerca scientifica in ambito nutrizionale e aiutarli a comprendere i risultati e ad applicarli in cucina.

Il progetto è stato presentato oggi, 17 ottobre 2019, presso l’Aula Magna Leonardo La Pietra dello Ieo di Milano, alla presenza di Daniela Pezzi, segretario generale Fondazione Ieo-Ccm, di Roberto Parazzini, di Fondazione Deutsche Bank Italia, di Roberto Orecchia, direttore scientifico Ieo, di Lucilla Titta, coordinatrice del Programma SmartFood e di Vittoria Ercolanelli, nutrizionista del team SmartFood.

I protagonisti di ‘Cuochi del futuro’

Il coinvolgimento di giovani studenti è in linea con la più recente frontiera della ricerca in ambito nutrizionale: individuare strategie alimentari che riducano il rischio di malattie croniche e aumentino l’aspettativa di vita. Da qui nasce SmartFood, il programma di ricerca e divulgazione scientifica dello Ieo dedicato ai fattori protettivi della dieta.
Perché non cominciare dalle scuole alberghiere, che educheranno le future generazioni di chef?

I relatori del progetto

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie al sostegno di Fondazione Deutsche Bank Italia e si inserisce nel più ampio impegno della Fondazione nella promozione, realizzazione e gestione di progetti di responsabilità sociale. ‘Cuochi del futuro’ è parte del programma globale Born to Be di Deutsche Bank, che incoraggia i giovani a sviluppare le proprie competenze e perseguire le proprie aspirazioni.
Nel corso del 2018 Fondazione Deutsche Bank Italia ha destinato oltre 500mila euro a progetti di responsabilità sociale nel Paese, di cui oltre il 40% per Born to Be.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ipsos lancia la divisione di consulenza Strategy 3, guidata da David Parma

Ipsos lancia la divisione di consulenza Strategy 3, guidata da David Parma

Huawei lancia un sito di e-commerce in Italia

Huawei lancia un sito di e-commerce in Italia

Terre des Hommes aiuta i bambini con i genitori ricoverati

Terre des Hommes aiuta i bambini con i genitori ricoverati