Super! è tutto di Viacom Italia. Il gruppo guidato da Castellari acquista il 50% in mano a De Agostini

Viacom International Media Networks Italia annuncia, di aver siglato un accordo con De Agostini Editore per il passaggio di proprietà del restante 50% di Super Broadcast società a cui fa capo il canale tv sul free-to-air  Super!. Termina quindi il controllo paritetico della rete specializzata nei bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni  che andava avanti dal settembre 2017.

La collaborazione tra De Agostini e Viacom, precisa una nota,  proseguirà attraverso un accordo pluriennale di fornitura di contenuti originali De Agostini e terzi, che assicureranno la ricchezza della line up, mista di animazione e live action, che ha decretato il successo del canale.

Andrea Castellari

Andrea Castellari

“Sono molto soddisfatto di poter confermare questo ulteriore risultato nella strategia di espansione di Viacom in Italia, mercato in cui abbiamo già una solida posizione sulla piattaforma Pay, con alcuni dei nostri principali brand e contenuti premium, tra cui Nickelodeon. L’acquisizione di Super! rinforza la nostra rilevanza nel mercato kids in Italia, aumentando l’esposizione delle nostre property e dei punti di contatto”, commenta Andrea Castellari (ad e gm di Viacom Italia, Medio Oriente e Turchia) a cui, nel nostro Paese, fanno capo i canali gratuiti Paramount Network, Spike, VH1 e adesso il 100% di Super!, e su Sky i cvanali  MTV, Comedy Central e Nickelodeon.

“Quello di Super! è stato un successo andato oltre le aspettative: dopo avere lanciato il canale nel 2012, in uno scenario iper affollato, siamo orgogliosi di averlo portato alla leadership nel 2018, posizione poi confermata nel 2019. Passiamo ora il testimone a Viacom, che certamente saprà valorizzare ulteriormente l’eredità del marchio Super! per concentrarci sui canali Pay, sulle piattaforme digitali e sull’attività di produzione e co-produzione di contenuti che abbiamo già avviato con successo, come De Agostini Editore, negli ultimi anni”, dichiara Pierfrancesco Gherardi, Managing Director della Divisione Digital di De Agostini Editore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%