Editoria, Fnsi: Governo intenzionato ad affrontare problemi in settore. Servono interventi per il lavoro, contro il precariato

“Bisogna riconoscere che c’è, almeno a livello di dichiarazioni di volontà, un diverso approccio del governo ai temi che riguardano l’informazione”, e “va espresso apprezzamento alle intenzioni dell’esecutivo di affrontare le criticità del settore e di rilanciarlo, anche con interventi ad hoc. Noi auspichiamo che questi interventi vadano nella direzione del sostegno al settore e soprattutto del sostegno al lavoro, con il contrasto al precariato”. Lo ha detto il segretario nazionale della Federazione nazionale della stampa, Raffaele Lorusso, commentando le dichiarazioni del sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, che da Venezia ha annunciato una nuova legge per il settore.

Raffaele Lorusso (Foto ANSA / CIRO FUSCO)

Lorusso ne ha parlato con i cronisti oggi a margine del convegno in corso a Bari sul tema ‘Il lavoro del giornalista nel nuovo millennio’, organizzato da Legalilavoro e presieduto dall’avvocato Ettore Sbarra. “Non possiamo rassegnarci all’idea che il precariato debba essere il tratto distintivo di questa professione. Questa professione riacquista credibilità se riporta al centro i temi del lavoro regolare”, ha rimarcato il segretario Fnsi.
“Non si può pretendere informazione di qualità da chi guadagna pochi euro per lavorare dalla mattina alla sera”. “Questo, ha concluso, è un tema che ci auguriamo che il governo voglia affrontare e portare a soluzione. Naturalmente ci confronteremo sugli atti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Anzaldi non perdona il Tg2: la sanzione Agcom conclusione inevitabile dopo le violazioni

Anzaldi non perdona il Tg2: la sanzione Agcom conclusione inevitabile dopo le violazioni

Milleproroghe: il Governo pone la fiducia. Si vota domani mattina

Milleproroghe: il Governo pone la fiducia. Si vota domani mattina

Boom per gli smart speaker: vendite a +70% nel 2019. Amazon regina, anche se in calo

Boom per gli smart speaker: vendite a +70% nel 2019. Amazon regina, anche se in calo