Google Job Search. Ecco come funziona, in concreto, il nuovo servizio

Semplificare la ricerca di lavoro in rete è sicuramente una bella iniziativa. Ma come funziona, in concreto, il nuovo servizio di Google?Più o meno come gli altri strumenti di ricerca specializzati del gruppo di Mountain View, per esempio la ricerca dei voli aerei su Google e quella degli alberghi e dei ristoranti su Google Map. Si inseriscono i termini da cercare e nella pagine dei risultati si vedono le diverse proposte raggruppate una sotto l’altra, in un riquadro.

Abbiamo fatto una prova con un annuncio di lavoro presente sul sito mioJob di Repubblica.it: Sales Area Manager – Centro Italia


Cercando “Sales Area Manager – Centro Italia”  su Google si ottiene una pagina

dove in testa ai risultati di ricerca c’è il nuovo riquadro che raggruppa gli annunci di lavoro.

Il secondo annuncio è quello di Repubblica (il primo è quello dell’agenzia Page Personnel da cui è stato ripreso).

Cliccando su questo risultato si va in un’altra pagina di Google, che propone per esteso il testo dell’annuncio, assieme agli agli altri analoghi, per lo stesso tipo di offerta, con vari filtri per restringere o allargare la ricerca, in base alla località, alla data di pubblicazione, al datore di lavoro (o alla società di recruitment), eccetera:

Qui finalmente c’è un link che porta alla pagina di Repubblica (e agli altri siti che hanno pubblicato l’annuncio, come Page Personnel, Jobrapido, eccetera).

L’utente può salvare le offerte di lavoro che più gli interessano e farsi mandare un avviso via mail nel caso siano pubblicate nuove offerte corrispondenti alla ricerca effettuata.A prima vista il meccanismo non è semplicissimo, ma una volta compreso bene il suo funzionamento, il servizio sarà sicuramente utile.

Anche le linee guida per realizzare gli annunci in modo che siano inseriti nel nuovo servizio di Google sembrano tutt’altro che semplici

https://developers.google.com/search/docs/data-types/job-posting

Bisogna inserire nelle pagine web degli annunci tutta una serie di codici che individuano in modo standard i vari elementi di ogni offerta di lavoro: la data, la posizione richiesta, il luogo, il tipo di azienda, il salario proposto, eccetera. Ma sicuramente gli editori specializzati avranno sviluppato delle applicazioni per gestire la cosa in modo semplice.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Chiara Ferragni: contro gli haters il documento per l’iscrizione ai social è una buona soluzione

Chiara Ferragni: contro gli haters il documento per l’iscrizione ai social è una buona soluzione

Giovanni Perosino è il nuovo chief commercial officier di Lamborghini

Giovanni Perosino è il nuovo chief commercial officier di Lamborghini

Nike dice addio ad Amazon. Stop alla vendita diretta di abbigliamento e scarpe sulla piattaforma

Nike dice addio ad Amazon. Stop alla vendita diretta di abbigliamento e scarpe sulla piattaforma