20 ottobre Tataranni travolge D’Urso e Fazio (in crescita). Giletti in coda

Non cambiano le carte in tavola ospiti e star di prestigio in tv domenica 20 ottobre. Ha dominato ancora la scena la fiction ambientata a Matera con protagonista Vanessa Scalera.

Il calcio pay ha proposto alla sera il pareggio due a due di Milan-Lecce, deludente per i tifosi rossoneri, che nel computo di Auditel ha fermato su Sky quasi 1,3 milioni di spettatori con il 5,3% di share. Un risultato discreto, ma non in grado di influenzare più di tanto una serata tv in cui – già decisa o quasi la vittoria della fiction di Rai1 – tutte le reti hanno giocato fino in fondo e creativamente le proprie carte. Sono passati sulle generaliste, in qualche caso confrontandosi direttamente, Matteo Renzi e John Travolta da Fabio Fazio, Pupo, Adriano Panzironi e Rocco Siffredi da Barbara D’Urso (ha dato buca Morgan), e quindi Nicola Zingaretti, Matteo Salvini, Pamela Prati ma anche il trans Giovanna Cristina Vivinetto da Massimo Giletti.

I meter dicono che ha vinto facile la fiction in prima tv su Rai1. ‘Imma Tataranni’ è arrivata a 5,039 milioni di spettatori ed il 23,3% di share, doppiando per spettatori la concorrenza.

Sul secondo gradino del podio per ascolti tra le proposte ‘classiche’ si è issata Barbara D’Urso. Su Canale 5 ‘Live- Non è la D’Urso ha totalizzato 2,1 milioni di spettatori e 12,9%.

D’Urso ha dominato in nottata, dalle 23.30 in poi, con la Siffredi family ed il mondo del porno in primo piano, ma perdendo un punto percentuale rispetto alla puntata precedente.

Sul terzo gradino del podio per ascolti si è installata Rai2. ‘Che tempo che fa’, con Luciana Littizzetto e Filippa Lagerback nella formazione di base e tra gli ospiti, oltre a quelli già citati, anche Enrico Brignano e Gabriele Salvatores, ha conquistato oltre 1,9 milioni di spettatori e l’8% con la prima parte e quindi con la parte del tavolo ha ottenuto 1,330 milioni e il 7,1%.

Dietro è arrivata la pellicola ‘World War Z’, con Brad Pitt protagonista che ha portato Italia 1 a 1,4 milioni di spettatori circa con il 6,2% di share. Molto staccato, ultimissimo in graduatoria, in tema cinema, è arrivato il film in prima tv ‘Nella valle della violenza’, che su Rete 4 che ha avuto solo 677mila spettatori ed il 3,12%.

Si è difeso bene ma non benissimo Massimo Giletti. Che oltre ad intervistarli in sequenza ha fatto incontrare Nicola Zingaretti e Matteo Salvini, e quindi ha opposto anche Roberto D’Agostino e Pamela Prati, Maria Cristina Vivinetto e Mario Adinolfi. ‘Non è l’arena’ ha conquistato alla fine, 1,031 milioni di spettatori ed il 5,6% di share. Più ascolti di Giletti, ma meno share ha avuto su Rai3, l’ultima puntata de ‘Il Borgo dei borghi’, con Camila Raznovich alla conduzione. La trasmissione, più lunga del solito, è pervenuta a quota 1,053 milioni di spettatori con il 4,6% di share.

In day time ha fatto bene Mara Venier (‘Domenica In’ a 18,5% e 17,6% con Carlo Conti, Alessandro Siani, Elena Santarelli, Barbara De Rossi e Francesco Renga tra gli altri ospiti). Su Rai2 prima dell’ora di pranzo ‘La Domenica Ventura’ ha avuto il 3,9% di share ed il 3,1%. E quindi ‘Quelli che il calcio’ ha conquistato il 5,5% ed il 7,4% di share.

Sulla terza rete ‘Mezzora in più’, con Maurizio Landini, Barbara Serra, Bruno Vespa e Giorgia Meloni, da Lucia Annunziata ha avuto il 6,3% di share. Subito dopo ‘Kilimangiaro’ ha ottenuto il 6% e l’8,8% di share. Su La7 ‘Speciale La7 – Stefano Cucchi’ ha avuto l’1,3%.

Senza confliggere con la Venier più tardi, dopo le soap, ‘Domenica Live’ su Canale 5 è andata al 14,9%, con la famiglia Henger ma anche Kiko Nalli, Demetra Hampton, Flavia Vento sotto i riflettori. Francesca Fialdini su Rai1 con ‘Da noi a ruota libera’ è rimasta al 12,8%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

 Manageritalia a congresso lancia l’impegno dei dirigenti anche fuori dalle aziende per fermare il declino del Paese e riformare vecchie regole 

 Manageritalia a congresso lancia l’impegno dei dirigenti anche fuori dalle aziende per fermare il declino del Paese e riformare vecchie regole 

Domani i giornali Gedi non usciranno per lo sciopero generale dei poligrafici del gruppo. Si fermano anche i giornalisti di Repubblica

Domani i giornali Gedi non usciranno per lo sciopero generale dei poligrafici del gruppo. Si fermano anche i giornalisti di Repubblica

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola a Milano. Il mensile è già disponibile anche in edizione digitale

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola a Milano. Il mensile è già disponibile anche in edizione digitale