Facebook, accordo con News Corp: nella sezione news le notizie dalle testate del gruppo

Continuano le indiscrezioni sull’imminente debutto della sezione news su Facebook. In attesa di capire nel dettaglio quanti e quali editori aderiranno al progetto, il Wall Street Journal ha segnalato che News Corp, suo editore, ha raggiunto un accordo con Facebook per consentire al social di usare le notizie delle sue testate, dallo stesso Wsj al New York Post,  passando per i titoli della divisione di Dow Jones, tra cui Journal, Barron’s, MarketWatch, Financial News e Mansion Global.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa – EPA/Alejandro Bolivar)

Tra le altre testate che saranno presenti dovrebbero esserci Washington Post, BuzzFeed News e Business Insider. Anche il New York Times avrebbe trattato con Facebook sulla sua partecipazione al progetto, ma un portavoce del giornale ha rifiutato di commentare sul raggiungimento di un accordo tra le parti.

I termini finanziari dell’accordo non sono stati resi noti ma, secondo quanto riferito in passato dal Wall Street Journal, i pagamenti di Facebook legati alle licenze arrivano fino a 3 milioni di dollari all’anno per i grandi gruppi editoriali, mentre le aziende regionali più piccole vengono pagate diverse centinaia di migliaia di dollari. I contratti siglati dovrebbero avere una durata di tre anni.

“La gente vuole vedere notizie di alta qualità su Facebook”, ha commentato Mark Zuckerberg. “Sono entusiasta che avremo l’opportunità di includere il giornalismo pluripremiato del Wall Street Journal e di altre proprietà di U.S. News Corp nella nostra sezione delle notizie”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Tgcom24 è il sito di news più letto nell’anno della pandemia, Ansa ancora prima per affidabilità (con la fiducia dell’82% degli italiani)

Tgcom24 è il sito di news più letto nell’anno della pandemia, Ansa ancora prima per affidabilità (con la fiducia dell’82% degli italiani)

In Hearst Italia grande adesione al piano di incentivi per dimezzare i dipendenti

In Hearst Italia grande adesione al piano di incentivi per dimezzare i dipendenti