Fb: nuove misure contro le interferenze nelle elezioni. Il social etichetterà post di media a controllo statale e contenuti falsi

Facebook si prepara ad adottare ulteriori misure per proteggere l’integrità e il corretto svolgimento delle elezioni statunitensi del 2020. Lo ha segnalato lo stesso social sul suo blog, elencando i nuovi sistemi adottati, tra i quali anche l’identificazione e la segnalazione chiara dei post creati da media che sono totalmente o parzialmente sotto il controllo editoriale del governo di un paese. Una misura che la società prevede di estendere all’inizio del prossimo anno anche, su Instagram.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa EPA/ETIENNE LAURENT)

Sul fronte fake news, Facebook applicherà un’etichette in cima a foto e video falsi e parzialmente falsi, valida anche per le storie di Instagram, con un rimando alla spiegazione del la segnalazione. Nel caso in cui le persone dovessero tentare di condividere post che sono stati classificati come falsi, Facebook mostrerà un pop-up con le valutazioni dei fact-checker.

Il social network intende aggiungere strumenti e servizi di sicurezza per i candidati politici per proteggersi dai tentativi di hacking, anche con sistemi di doppia identificazione, e fornire informazioni in appositi spazi su chi gestisce singole pagine, con il nome legale dell’organizzazione, recapiti telefonici e web.
Tra le nuove misure introdotte, anche un sistema di tracciamento per consentire agli utenti di sapere quanto stanno spendendo sul social i candidati alle presidenziali.

Infine Facebook prevede di vietare le pubblicità a pagamento che consigliano alle persone di non recarsi alle urne, definendo il voto inutile o insignificante, e di stanziare 2 milioni di investimenti per promuovere l’alfabetizzazione informatica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

De Michele, Martella, gravissimo quanto accaduto, serve grande patto istituzionale. Odg: pericoloso salto

De Michele, Martella, gravissimo quanto accaduto, serve grande patto istituzionale. Odg: pericoloso salto

Mediaset, Giordani (cfo): su Prosieben mossa difensiva, niente Opa. Abbiamo minoranza di blocco, nessuno può fare ciò che vuole

Mediaset, Giordani (cfo): su Prosieben mossa difensiva, niente Opa. Abbiamo minoranza di blocco, nessuno può fare ciò che vuole

Il mercato pubblicitario quest’anno chiuderà tra -5% e -7% (senza OTT). Wpp prevede un 2020 in crescita

Il mercato pubblicitario quest’anno chiuderà tra -5% e -7% (senza OTT). Wpp prevede un 2020 in crescita