Editoria, la scomparsa di Marco Polillo. Il presidente Aie Levi: perdiamo un gentiluomo

“Marco Polillo ci ha lasciati. Perdiamo un gentiluomo, un editore, un grande presidente per l’Associazione Italiana Editori e Confindustria Cultura Italia”. Così Ricardo Franco Levi, presidente dell’Associazione Italiana Editori, ricorda Polillo, scomparso oggi.

Polillo, ricorda una nota Aie, ha investito tutta la vita nell’editoria come manager, editore e anche scrittore: è stato membro del Consiglio Generale e della Giunta Esecutiva dell’AIE per vari mandati, presidente del Gruppo Piccoli editori di varia dell’AIE e Vicepresidente dell’associazione degli editori. È stato presidente di AIE per tre mandati e presidente di Confindustria Cultura Italia, la Federazione dell’industria culturale aderente a Confindustria.

Marco Polillo (Foto ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)

“Ha sempre partecipato attivamente alla vita associativa riconoscendo il ruolo e l’importanza dell’attività dell’Associazione nel mondo del libro e dell’intero comparto culturale italiano”, ha proseguito Levi.
“A lui si deve la crescita del ruolo di AIE nel più generale settore dei contenuti e dell’industria culturale in Italia. L’Associazione era la sua seconda casa. E non a caso ha voluto essere presente per festeggiare con noi il nostro momento più significativo: a Roma, con il Presidente della Repubblica, i 150 anni della nostra Associazione, la sua Associazione”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Un italiano su 4 ha ascoltato podcast nell’ultimo mese. Dati Ipsos: giovani e professionisti il pubblico principale

Un italiano su 4 ha ascoltato podcast nell’ultimo mese. Dati Ipsos: giovani e professionisti il pubblico principale

Usa 2020, Trump potrebbe snobbare i dibattiti tv: non si fida degli organizzatori

Usa 2020, Trump potrebbe snobbare i dibattiti tv: non si fida degli organizzatori

<strong> 12 dicembre </strong> Hunziker prevale sul docufilm di Rai1. Male la finale di X Factor

12 dicembre Hunziker prevale sul docufilm di Rai1. Male la finale di X Factor