Grafici/Editoriali in sciopero per il contratto. Guida (Slc Cgil): raggiunte punte tra l’80 il 100 % di adesione

Manifestazione questa mattina a Milano dalla sede dell’Assografici fino all’Arco della Pace, durante lo sciopero nazionale di 8 ore del settore Grafici/Editoriali indetto da Slc Cgil e Uilcom Uil per sollecitare una soluzione alla vertenza per il contratto nazionale, scaduto il 31 dicembre 2015, della categoria che comprende circa 80mila addetti.

Un momento della manifestazione

“Oggi è stata una straordinaria di mobilitazione e partecipazione, per la rivendicazione di contratto dignitoso”, afferma Giulia Guida, segretaria nazionale della Slc Cgil responsabile dell’area Industria e artigianato.

“Il risultato è frutto di un lavoro condiviso da tutto il gruppo dirigente della Slc Cgil. Un ringraziamento forte va a tutti i delegati, alle Rsu aziendali,alle strutture provinciali e regionali, che con grande sforzo organizzativo, hanno ben rappresentato le ragioni dello sciopero. Ciò ha permesso di ottenere una straordinaria partecipazione alla mobilitazione con un’astensione dal lavoro che in tanti territori ha raggiunto punte tra l’80 il 100 % di adesione”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nel 2019 almeno 250 giornalisti in carcere per la loro professione. Cpj: crescono accuse per ‘fake news’

Nel 2019 almeno 250 giornalisti in carcere per la loro professione. Cpj: crescono accuse per ‘fake news’

Fastweb presenta Nexxt, il nuovo headquarter a Milano. Sala: nel segno dell’innovazione urbana. Calcagno: noi partner industriale Sky

Fastweb presenta Nexxt, il nuovo headquarter a Milano. Sala: nel segno dell’innovazione urbana. Calcagno: noi partner industriale Sky

Classifica media italiani più attivi sui social e post con più interazioni. Novembre: Sky Sport sempre in testa, bene GreenMe e SpazioJ, cala il Fatto

Classifica media italiani più attivi sui social e post con più interazioni. Novembre: Sky Sport sempre in testa, bene GreenMe e SpazioJ, cala il Fatto