Wpp torna a crescere dopo quattro trimestrali col meno

Inversione di tendenza anche se ancora non decisiva a mutare la prospettiva dei conti su base annua, attesi quindi ancora in saldo negativo. Buone nuove, comunque, per il gruppo Wpp, che ha presentato al mercato i dati relativi al terzo trimestre. Dopo quattro trimestrali complessivamente archiviate con il segno meno e, nel 2019, dopo un primo trimestre a -2,8% ed un secondo a -1,4%, il gruppo pubblicitario guidato dal ceo Mark Read ha registrato da luglio a fine settembre una crescita organica dello 0,5%. I ricavi, inoltre, nei tre mesi citati sono aumentati dello 0,7% se si include nel computo il 100% di Kantar (di cui la società ha però ceduto a Bain Capital il 60% lo scorso luglio). Altro indicatore importante, è attivo il bilancio delle attività della divisione creatività e media, che rappresenta ancora l’asset più rilevante della società. Pare positivo, in questo contesto, inoltre, l’apporto dato dalle nuove realtà integrate nate da fusioni dei brand, come Wunderman Thompson e VMLY&R.

In chiave territori, da registrare il miglioramento della situazione in Nord America. Dopo un primo trimestre a -8,8% ed un secondo a -5,9%, il calo stavolta si è attestato al -3,5%. In UK la crescita è stata del 3,1%, in miglioramento rispetto al dato già positivo del primo (+1,2%) e del secondo trimestre (+2,9%). Mentre, tra gli ex territori del Regno Unito, hanno performato sotto media Australia e Nuova Zelanda.

In Europa Occidentale il dato del +1,7% del terzo trimestre è arrivato dopo il -0,2% del primo e del secondo. Tra i mercati in migliore sviluppo c’è la Germania, e sono cresciuti anche Austria, Belgio Portogallo, Spagna, Svizzera e Turchia, mentre stanno viaggiando in saldo negativo Francia, Italia e Paesi Bassi.

Mark Read

Il bilancio di Read dice inoltre che stanno andando bene America Latina, Medio Oriente, Europa Centrale ed Orientale, mentre risultano in difficoltà Asia-Pacifico e Africa. In Asia la crescita è abbastanza diffusa ed è notevole in India (+15%), ma non chiama in causa Cina e Tailandia. Il ceo si è detto soddisfatto dei risultati ottenuti nel new business (3,9 miliardi di dollari nei primi 9 mesi), con in primo piano la conquista dei budget Mondelez e eBay. Ma Reed ha ribadito pure l’importanza della crescita della relazione con partner già acquisiti e la conferma di alcuni clienti di lungo corso come la Marina americana. Il ceo ha rimarcato come le performance del terzo trimestre rappresentino “un altro importante passo nella strategia messa punto a fine 2018 e tesa a riportare la società ad una crescita sostenibile”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il magnetismo ‘green’ di Leonardo Di Caprio nello spot per il lancio della nuova Fiat 500 elettrica

Il magnetismo ‘green’ di Leonardo Di Caprio nello spot per il lancio della nuova Fiat 500 elettrica

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

‘Porta a Porta’ compie 25 anni. Da Vespa un format che ha segnato tv, politica e società. Dalla telefonata di Wojtyla al plastico di Cogne

‘Porta a Porta’ compie 25 anni. Da Vespa un format che ha segnato tv, politica e società. Dalla telefonata di Wojtyla al plastico di Cogne