Editoria: voci di crisi per il Telegraph. Secondo il Ft interesse dal Daily Mail

Tornano a circolare voci di crisi sull’impero economico, finanziario ed editoriale dei gemelli britannici sir David e sir Frederick Barclay, ormai 85enni. Lo scrive oggi il Financial Times, rivelando come i due fratelli stiano valutando la possibilità di cedere il Daily Telegraph, quotidiano filo-conservatore che rappresenta il gioiello fra le testate che possiedono, nonché il leggendario hotel Ritz di Londra.
Stando al giornale della City, i Barclay sarebbero stati costretti a pompare nuovi capitali per quasi 500 milioni di sterline negli ultimi 2 anni nel loro “malandato impero”, che – editoria e settore alberghiero a parte – spazia dal trasporto marittimo, al retail, alle vendite online.

Al Telegraph risulta interessato il Daily Mail and General Trust, gruppo editoriale che già controlla il tabloid Daily Mail. L’acquisizione creerebbe un polo di testate conservatrici che spaziano da Mail, Telegraph e Metro, con una circolazione combinata nel Regno Unito che si avvicina a quella dei giornali di Rupert Murdoch.

I due anziani gemelli, che nel 2004 avevano sborsato 665 milioni di sterline per acquistare il Telegraph, non hanno finora voluto commentare in alcun modo le indiscrezioni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza