Gedi, Cir ribadisce il no a Carlo De Benedetti: proposta irricevibile perchè contraria a interesse sociale

Cir conferma il suo no alla “proposta irrevocabile” che Carlo De Benedetti ha avanzato lo scorso 11 ottobre per il 29,9% del Gruppo Gedi. Alla presentazione della trimestrale, in una nota la holding ha ribadito come l’offerta – “non concordata né sollecitata” – sia stata definita “irricevibile” da tutti i consiglieri del Gruppo, “in quanto contraria all’interesse sociale”.

Nella foto, da destra il presidente di Cir Rodolfo De Benedetti, e l’ad Monica Mondardini (Foto ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

Per quanto riguarda i conti, Cir ha chiuso i 9 mesi con un utile netto consolidato di 7,2 milioni di euro, in calo rispetto ai 32,5 milioni dei primi nove mesi del 2018.

La flessione, spiega una nota, deriva dai minori risultati delle controllate Sogefi e Gedi, per l’andamento sfavorevole dei rispettivi mercati di riferimento; escludendo l’impatto sul gruppo della svalutazione registrata da Gedi sulla partecipazione Persidera nella prospettiva della sua dismissione (-7,7 mln), l’effetto dei nuovi principi contabili (-2,6 mln) e gli oneri non ricorrenti sostenuti dalla capogruppo in particolare per l’operazione di fusione per incorporazione di Cir in Cofide, il dato si sarebbe attestato a 20,3 milioni.

I ricavi si sono attestati a 2,01 miliardi, in riduzione del 2,4% rispetto ai 2,059 mld del corrispondente periodo del 2018, con Kos in crescita del 4,3%, Sogefi in flessione del 3,2% e Gedi del 6%. L’Ebitda consolidato è di 247,4 milioni; ante applicazione del principio contabile Ifrs 16, l’Ebitda ammonta a 201,8 milioni e risulta in flessione rispetto a 234,5 milioni nei primi nove mesi dello scorso esercizio per la riduzione dei margini delle controllate Sogefi e Gedi; l’Ebit consolidato è ammontato a 81,3 milioni rispetto a 111,4 milioni nel corrispondente periodo dello scorso esercizio.

L’indebitamento finanziario netto consolidato al 30 settembre 2019, esclusi i debiti finanziari per diritti d’uso introdotti dal principio contabile Ifrs 16, ammontava a 358,1 milioni, in linea con l’importo del 30 settembre 2018 (354,4 milioni).

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoriale Domus si riorganizza. Nasce la Business Unit Media; a capo della pubblicità arriva Ferruccio Belloni

Editoriale Domus si riorganizza. Nasce la Business Unit Media; a capo della pubblicità arriva Ferruccio Belloni

Editoria, continua calo ricavi e diffusione. Mediobanca: mercato dell’informazione 111 mld nel 2018, -13,2% in 4 anni

Editoria, continua calo ricavi e diffusione. Mediobanca: mercato dell’informazione 111 mld nel 2018, -13,2% in 4 anni

Copyright, Martella: approvare rapidamente la direttiva europea

Copyright, Martella: approvare rapidamente la direttiva europea