Next Gen Atp Finals 2019 porta a Milano i sette migliori tennisti under 21. Terza edizione dal 5 novembre all’Allianz Cloud

La terza edizione delle Next Gen Atp Finals, il torneo dedicato ai migliori sette tennisti under 21 della stagione oltre a una wild card italiana offerta dalla Federazione Italiana Tennis a Jannik Sinner, si svolgerà dal 5 al 9 novembre all’Allianz Cloud, l’impianto milanese inaugurato lo scorso 14 giugno che può contenere oltre cinquemila spettatori.

 

Il torneo
Nato per sperimentare nuove regole da introdurre successivamente nel panorama tennistico internazionale, le Next Gen Atp Finals prevedono partite al meglio di cinque set brevi (vince chi per primo si aggiudica quattro game con l’eventuale tie break sul tre pari), tra un punto e l’altro non possono trascorrere più di 25 secondi e il pubblico, tranne la prima fila sul lato corto del campo, può muoversi liberamente anche durante lo svolgimento di gioco. A differenza delle prime due edizioni è stato invece reintrodotto il let sul servizio.

I protagonisti
Le prime due edizioni del torneo sono state vinte dal coreano Hyeon Chung e dal greco Stefanos Tsitsipas. I sette protagonisti di quest’anno sono invece Alex De Minaur, Denis Shapovalov, Frances Tiafoe, Ugo Humbert, Casper Ruud, Miomir Kecmanovic e Mikael Ymer oltre all’azzurro Jannik Sinner (classe 2001) che proprio questa settimana ha fatto il suo ingresso nei primi 100 della classifica mondiale, il più giovane italiano dell’era open.

 

In televisione
Il torneo, in diretta e in esclusiva, sarà trasmesso da SuperTennis che, oltre agli incontri, prevede prima e dopo ogni match ampi approfondimenti dagli studi di Roma e di Milano affidati agli ex campioni Filippo Volandri, Diego Nargiso e Giorgio Galimberti.

Video intervista al presidente federale Angelo Binaghi
In occasione della presentazione della terza edizione delle Next Gen Atp Finals, il presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi mostra ottimismo per lo svolgimento della manifestazione nel centro di Milano e si dichiara fiducioso sulla prossima copertura del campo centrale del Foro Italico a Roma grazie al nuovo impegno espresso da Sport e Salute, con il cui presidente e ad, Rocco Sabelli, c’e’ un’ottima intesa.

La presentazione
All’appuntamento di presentazione, che si è svolto all’Allianz Cloud, non si è parlato solo di Next Gen. “La Fit si sta strutturando come un’azienda, abbiamo 100 milioni di euro di fatturato e superiamo le 400 unità che lavorano con noi”, ha dichiarato il presidente federale Angelo Binaghi. “Nell’ultima stagione si sono verificati due fatti clamorosi: ci siamo aggiudicati le Atp Finals di Torino e dal prossimo anno un italiano sarà a capo dell’Atp, Andrea Gaudenzi. A questo si aggiungono i risultati sul campo con otto azzurri per la prima volta tra i primi cento del mondo. Il successo negli ultimi anni degli Internazionali a Roma ci ha fornito la base economica per investire nel movimento e nei grandi eventi. Dopo due anni in Fiera, era inevitabile che il torneo delle Next Gen Atp Finals arrivasse nel cuore della capitale economica del nostro paese. Il 25% dei nostri tesserati proviene dalla Lombardia, il 50% dal Nord Italia”.
“Arrivo quando è già stato fatto tutto, attraverso un percorso di continuità che parte dagli Internazionali di Roma con il contributo di Diego Nepi Molineris e del suo team”, ha ammesso Rocco Sabelli, presidente e Ad della nuovissima società Sport e Salute, “siamo in procinto di dare il via alla copertura del campo centrale del Foro Italico per offrire una casa anche ad altri sport. Il mio intento è quello di introdurre meccanismi che indirizzino le risorse pubbliche. I grandi eventi sono i driver principali anche per lo sport di base. Apprezzo questo modello sinergico tra Federazioni, Governo di cui siamo espressione, territorio e un grande partner istituzionale come l’Atp”.
“Le Atp Finals si sarebbero dovute tenere in questa location fin dal primo anno però la struttura era in ristrutturazione”, ha ammesso Chris Kermode, ceo dell’Atp, “la grande novità di quest’anno saranno dei dispositivi elettronici che i tennisti indosseranno e che permetteranno di analizzare le loro performance fisiche”.
Roberta Guaineri, assessore al Turismo, Sport e Qualità della Vita del Comune di Milano ha sottolineato come ” l’Allianz Cloud sia la sede naturale di questa manifestazione” e come “la promozione dello sport di base non può prescindere dai grandi eventi e Milano è la città giusta nella quale sperimentare nuove regole”
“La presenza di un campione come Sinner dà ai giovani la sensazione che i sogni possono avverarsi”, ha concluso Antonio Rossi, Sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega di Grandi eventi sportivi, “noi crediamo molto negli appuntamenti sportivi di prestigio, creano indotto economico, alimentano cultura sportiva e aiutano a incrementare i numeri della base”.

Gli eventi collaterali
Nel fine settimana che precede l’evento, allo Sporting Milano 3, si svolgerà il torneo dei migliori Next Gen italiani con in palio il ruolo di riserva nelle Next Gen Atp Finals, mentre il finalista parteciperà al Red Bull Next Gen Open World Finals che vedrà impegnati alcuni talentuosi tennisti under 21 provenienti da diverse nazioni del mondo: Giappone, Olanda, Belgio, Spagna, Romania e Danimarca. Non è stato ancora reso noto il nome del tennista azzurro che parteciperà a questa competizione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione;  non abbiate retropensieri e pregiudizi

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione; non abbiate retropensieri e pregiudizi

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula