6 novembre Gabriella Pession pareggia con Emma Stone. Bene Giordano con Salvini, effetto Juve per Fiorello

Grande equilibrio e frammentazione degli ascolti senza tanti precedenti. E’ finita con un sostanziale pareggio la sfida degli ascolti del 6 novembre, sia pura con una preferenza tendenziale per la fiction di Canale 5, che nel corso della serata ha raggiunto e sorpassato il film Oscar in prima tv su Rai1.

Sull’ammiraglia del Biscione la prima puntata di ‘Oltre la soglia’, con Gabriella Pession, Giorgio marchesi e Paolo Briguglia nel cast, ha ottenuto 2,348 milioni di spettatori e l’11,3% di share.

Sulla prima rete pubblica il film ‘La La Land’, con Emma Stone e Ryan Gosling, ha avuto 2,344 milioni di spettatori e l’11,3% di share.

Ha corso affiancata alle prime, specie nel finale, Federica Sciarelli. Sulla terza rete ‘Chi l’ha visto?’, ha conquistato 2,092 milioni di spettatori e il 10%.

Più staccata dalle prime è arrivata Rai2 con la fiction della Pepito di Agostino Saccà. ‘Volevo fare la rockstar’, con Valentina Bellè e Giuseppe Battiston – ha totalizzato 1,510 milioni dispettatori e il 6,6%.

Ha fatto molto bene, considerato il contesto, Mario Giordano. Su Rete 4 la nuova puntata di ‘Fuori dal coro’, con Matteo Salvini (che ha garantito un picco da oltre due milioni nella prima parte del programma) e Paolo del Debbio nel menù, ha avuto 1,245 milioni di spettatori e il 6,5% di share.

Giordano ha battuto di misura un action con Nicola Cage e la Champions League su Sky. Su Italia 1 ‘Outcast – L’ultimo templare’, ha conquistato 1,224 milioni di spettatori e il 5,2%. Mentre Atalanta-Manchester City e le altre partite della massima competizione continentale per club in onda sulla pay hanno radunato quasi 1,1 milioni di spettatori ed il 4,3%, lasciando a netta distanza ‘Atlantide’ su La7 (554mila e 2,64%).

In tema Champions League, un buon risultato ha fatto su Sky nel preserale Lokomotiv Mosca-Juventus. Il match vinto dai bianconeri per due a uno nel finale ha conquistato 1,160 milioni di spettatori ed il 5,3%) limitando un po’ anche le prestazioni di Viva Radio Play! su Rai1, che ieri  con Marracash, Bruno Vespa, Fabio De Luigi, Emma ospiti di Rosario Fiorello è calato a 5,6 milioni ed il 22,1%, facendo più share ma meno pubblico de I Soliti Ignoti, subito dopo a 5,7 milioni e 21,95%.

In access Lilli Gruber ha preceduto ancora una volta Barbara Palombelli e la new entry Manuela Moreno sulla seconda rete.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Marco Travaglio, Massimo Giannini e Marco Bentivoglio tra gli ospiti, ha avuto 1,690 milioni di spettatori e il 6,51%.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Giuliano Cazzola, Alberto Bombassei, Maria Giovanna Maglie, Nicola Porro, Enrico Vanzina tra gli ospiti, ha totalizzato 1,250 milioni di spettatori e il 4,9% di share.

Tg2Post con Manuela Moreno alla conduzione e tra gli ospiti Gian Marco Centinaio, Davide Desario e Giuseppe De Tommaso ha raccolto 869mila spettatori e il 3,3%.

In seconda serata sia Paolo Gentiloni (da Bruno Vespa a ‘Porta a Porta’) che Matteo Renzi (con Teresa Bellanova al ‘Maurizio Costanzo Show’ nella prima parte) sono stati ‘coperti’ dai gol della Champions League trasmessi in chiaro su Italia 1.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nel 2019 almeno 250 giornalisti in carcere per la loro professione. Cpj: crescono accuse per ‘fake news’

Nel 2019 almeno 250 giornalisti in carcere per la loro professione. Cpj: crescono accuse per ‘fake news’

Fastweb presenta Nexxt, il nuovo headquarter a Milano. Sala: nel segno dell’innovazione urbana. Calcagno: noi partner industriale Sky

Fastweb presenta Nexxt, il nuovo headquarter a Milano. Sala: nel segno dell’innovazione urbana. Calcagno: noi partner industriale Sky

Classifica media italiani più attivi sui social e post con più interazioni. Novembre: Sky Sport sempre in testa, bene GreenMe e SpazioJ, cala il Fatto

Classifica media italiani più attivi sui social e post con più interazioni. Novembre: Sky Sport sempre in testa, bene GreenMe e SpazioJ, cala il Fatto