Gen chiude, fine del network internazionale dei direttori e manager media

Chiude per mancanza di ossigeno finanziario GEN (Global Editors Network), la ong che dal 2011 riuniva i direttori e i maggiori manager dei media per tentare di costruire una bussola nel mondo tempestoso delle tecnologie, promuovere la collaborazione, l’innovazione e il rinforzo tra modelli sostenibili di business. Il mesto annuncio di resa è stato motivato dall’impossibilità di trovare nuove fonti indipendenti che garantissero all’organizzazione un’azione libera, senza le minacce di prevalenza di interessi.

Tre erano le fonti di finanziamento fin qui utilizzate, le piattaforme, le fondazioni e gli editori, e che permettevano incontri annuali, occasioni di discussioni non vane ma ricche di analisi e proposte. Amare le parole del presidente di GEN, Jim Roberts: “Nonostante la delusione del momento, i membri della direzione e io stesso sentiamo forte l’orgoglio per ciò che GEN è riuscito a fare, dall’incoraggiare nuove start up, al sostenere voci giornalistiche indipendenti per celebrare il meglio del data journalism.”.

Negli ultimi nove anni GEN ha realizzato altrettanti summit in varie parti del mondo, da Hong Kong a Parigi, da Barcellona a Vienna, da Lisbona ad Atene. Più di 4000 editori e manager, giornalisti e amministratori delegati di start up sono venuti da tutte le parti del mondo per dibattere sulle sfide che l’industria dell’informazione deve attualmente affrontare.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Tgcom24 è il sito di news più letto nell’anno della pandemia, Ansa ancora prima per affidabilità (con la fiducia dell’82% degli italiani)

Tgcom24 è il sito di news più letto nell’anno della pandemia, Ansa ancora prima per affidabilità (con la fiducia dell’82% degli italiani)

In Hearst Italia grande adesione al piano di incentivi per dimezzare i dipendenti

In Hearst Italia grande adesione al piano di incentivi per dimezzare i dipendenti