News Mediaset, accordo tra sindacati e azienda per il trasferimento di 29 lavoratori

L’assemblea romana di News Mediaset ha approvato a maggioranza l’ipotesi di accordo sottoscritto tra rappresentanza sindacale nazionale e territoriale dei giornalisti e Rti per regolamentare tempi e modi dei trasferimenti comunicati dall’azienda a 29 colleghi della redazione romana verso quella di Cologno Monzese.

L’accordo garantisce, spiega una nota sindacale, ai lavoratori “condizioni migliorative rispetto a quelle previste dal contratto nazionale e tempi dilatati per i trasferimenti rispetto a quelli previsti dall’Azienda nelle 29 lettere recapitate ai giornalisti . Per la rappresentanza sindacale restano le perplessità sulle ragioni dei trasferimenti e la convinzione che la sede romana vada coperta da un numero congruo di giornalisti”.
“Le parti si sono pertanto impegnate ad avviare entro il mese di dicembre un secondo tavolo per valutare la nuova organizzazione del lavoro e relativa pianta organica necessaria. Parte integrante dell’accordo, l’impegno da parte dell’azienda a garantire la mobilità interna tra le testate del gruppo al fine di non penalizzare ulteriormente il Centro Palatino. La redazione romana di News Mediaset ringrazia segretario e vicesegretario di Stampa Romana e con loro l’intera struttura sindacale per l’impegno e il sostegno concreti dimostrati durante tutte le fasi di una difficile trattativa”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione;  non abbiate retropensieri e pregiudizi

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione; non abbiate retropensieri e pregiudizi

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula